Cos’è

Il parere (o visto) di congruità sugli onorari delle prestazioni professionali è l’atto attraverso cui l’Ordine valuta l’importo richiesto dal professionista per l’esecuzione di una prestazione come adeguato rispetto alla natura della stessa, tenendo in considerazione alcuni criteri oggettivi, ad esempio: il numero delle sedute, le spese documentate e le caratteristiche della prestazione, facendo riferimento alla tabella C del DM. n. 165 del 2016.

 

Requisiti

Per poter richiedere il parere di congruità occorre:

  • essere iscritti all’Ordine degli Psicologi del Lazio;
  • essere in regola con il pagamento delle quote di iscrizione all’Albo;
  • non essere assoggettati, al momento della presentazione dell’istanza, alla sanzione disciplinare della sospensione all’esercizio della professione.

Come richiederlo

Per richiedere il parere di congruità occorre compilare il modulo disponibile in questa pagina e inviarlo, debitamente sottoscritto dalla propria casella PEC all’indirizzo consiglio.lazio@psypec.it.

Alla richiesta è necessario allegare:

  • Il preventivo rilasciato al cliente/paziente oppure la circostanziata esplicazione dei motivi che non hanno permesso la redazione di un preventivo scritto oppure le modalità diverse dalla forma scritta con cui il preventivo è stato reso noto al cliente;
  • copia del consenso informato alla prestazione;
  • la relazione dettagliata sull’attività svolta, con l’indicazione della sua durata, del numero degli incontri, della complessità della prestazione richiesta, dell’eventuale urgenza della prestazione, della eventuale somministrazione di test e prove psicodiagnostiche, dell’eventuale raccolta di informazioni da fonti esterne;
  • la fattura e/o preavvisi di parcella, trasmessi al cliente, di cui si chiede il pagamento, con la quantificazione specifica di tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi afferenti l’intera prestazione eseguita.

Dalla data di ricezione dell’istanza, il procedimento si concluderà massimo entro 30 giorni.

 

Modulo

Regolamento sulle modalità di concessione dei pareri di congruità sugli onorari delle prestazioni professionali