News Psicologi

Supporto psicologico nelle scuole

Siglato Protocollo tra il Ministero dell’Istruzione e il CNOP. Le singole istituzioni scolastiche dovranno ora emanare i bandi di selezione

Supporto psicologico nelle scuole

Lo scorso 30 ottobre il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (Cnop) ha informato l’Ordine del Lazio di aver definito con il Ministero dell’Istruzione un Protocollo d’Intesa per garantire lo svolgimento di attività di supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. 


Cosa prevede il Protocollo di Intesa tra Ministero dell’Istruzione e CNOP

Il Protocollo si pone il duplice obiettivo di:

  • fornire, sull’intero territorio nazionale, sostegno psicologico al personale scolastico, agli studenti e alle famiglie, per rispondere ai traumi e ai disagi derivanti dall’emergenza COVID-19;
  • avviare un sistema di assistenza e supporto psicologico a livello nazionale per prevenire l’insorgere di forme di disagio e/o malessere psico-fisico tra gli studenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Per attuare tali interventi, le singole istituzioni scolastiche dovranno avvalersi della qualificata esperienza di professionisti iscritti all’Albo degli Psicologi.

I professionisti, che dovranno essere in possesso di determinati requisiti individuati dal Protocollo, verranno selezionati attraverso procedure attivate dalla singole Istituzioni scolastiche e dovranno attenersi a specifiche “Linee di indirizzo per la promozione del benessere psicologico a Scuola”, che sono attualmente in fase di definizione con il Ministero dell’istruzione.


Risorse finanziarie

Per il periodo settembre-dicembre 2020, a ciascuna Istituzione scolastica viene assegnata un’apposita risorsa finanziaria (euro 1.600), determinata assumendo ai fini del calcolo un importo di 40,00 euro lordi/ora (comprensivi di cassa, iva o bollo) quale valore della prestazione professionale.

L’attività avviata dalla Scuola potrà essere oggetto di un ulteriore stanziamento di risorse. In particolare per poter ricevere risorse in grado di garantire la prosecuzione del servizio nel periodo gennaio-giugno 2021 (euro 3.200), ciascuna Scuola dovrà dimostrare di aver attivato il servizio di supporto psicologico nel periodo settembre-dicembre 2020 per un impegno non inferiore al 50% della risorsa finanziaria precedente assegnata.


Requisiti di partecipazione

I requisiti verranno decisi dalle direzioni scolastiche e verranno inseriti nei bandi pubblicati sui siti istituzionali.


Come fare per partecipare

Per non congestionare l’attività amministrativa delle istituzioni scolastiche, si invitano i professionisti interessati a non inviare candidature o progetti per l’attivazione di sportelli di ascolto alle Scuole.

Per partecipare alla selezione, infatti, è necessario attendere che ciascuna istituzione scolastica pubblichi sul proprio sito web uno specifico bando.

Tale bando terrà conto della normativa vigente in materia e dovrà specificare i requisiti di partecipazione e le modalità attraverso cui sarà possibile presentare all’istituzione scolastica di interesse la propria candidatura.

Il compito di individuare il professionista cui affidare le attività di supporto psicologico è affidato alla singola istituzione scolastica.


Ruolo dell’Ordine degli Psicologi del Lazio

L’Ordine si è attivato non appena è stata inviata, il 30 ottobre, la Circolare da parte del Ministero, prendendo contatti con l’Ufficio Scolastico Regionale con il quale è previsto un incontro in data 12 novembre.


Allegati

Protocollo d’Intesa tra Ministero dell’Istruzione e Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi

Accordo integrativo