News Psicologi

Psicologo delle cure primarie. Verso la Legge regionale

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio esprime viva soddisfazione per l’avvio dell’iter di legge: “Un importante passo in avanti per la salute dei cittadini”

Psicologo delle cure primarie. Verso la Legge regionale

Si è da poco incardinata in Commissione Sanità della Regione Lazio la proposta di Legge regionale relativa alla sperimentazione dello Psicologo per le Cure Primarie, promossa dall’onorevole Sara Battisti con il sostegno unanime dell’intera comunità degli Psicologi e delle Psicologhe laziali. Per il Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio Federico Conte, 

L’incardinamento in commissione Sanità della Regione Lazio della proposta di legge relativa alla sperimentazione dello Psicologo per le Cure Primarie rappresenta un importante passo avanti per la salute dei cittadini.

Come ricordavamo nei mesi scorsi proprio attraverso le pagine di questo sito web, la proposta di Legge muove da alcuni dati inquietanti presentati dall’Agenzia Italiana del Farmaco sull’utilizzo di psicofarmaci per il trattamento di ansia, nevrosi, attacchi di panico e insonnia: nel 2017, in particolare, sono stati circa 3,7 milioni gli italiani e le italiane che hanno fatto ricorso a psicofarmaci, mentre si è potuto registrare un consumo di 50 dosi giornaliere di benzodiazepine ogni mille abitanti.

Al fine di prevenire la cronicizzazione di determinate patologie, il testo di legge prevede la sperimentazione dello Psicologo e della Psicologa al fianco del Medico di base, che segnalerà i casi di pazienti in cui sia necessario un intervento di tipo psicologico o psicoterapeutico. Oltre alle attività diagnostiche e valutative dei sintomi di disagio, competeranno alla figura funzioni di riduzione del disagio psichico, prevenzione, promozione alla salute e attivazione della rete sociale attraverso la messa a punto di programmi specifici. Tanti i casi in cui la figura dello Psicologo e della Psicologa potranno rivestire un ruolo cruciale per il benessere dei cittadini e delle cittadine della regione Lazio, che potranno in tal modo contare su una figura, disponibile per tutti e tutte, gratuitamente, e che farà parte del sistema sanitario regionale.

La figura assume tanto più senso e valore nella delicata fase di emergenza sanitaria che la popolazione sta attraversando.

I casi di disagio psicologico riportati negli ultimi anni dalle statistiche – prosegue il Presidente Federico Conte – hanno conosciuto con l’avvento dell’emergenza Covid un’ulteriore, preoccupante accentuazione. La proposta di legge n.138 ha il merito di proporre l’istituzione di una figura che, operando a stretto contatto con il medico di base e in connessione con altri profili specialistici, può dimostrarsi in grado di intercettare un ampio spettro di problematiche, da quelle apparentemente meno insidiose a quelle di maggiore gravità, fornendo un essenziale supporto e orientamento al cittadino-paziente. Se istituita, la figura dello Psicologo delle Cure Primarie contribuirà a innalzare in misura significativa la qualità delle prestazioni del sistema sanitario, darà un significato più pieno alla tutela del diritto alla Salute e offrirà un importante sostegno ai tanti cittadini impossibilitati, in questa difficile congiuntura economica, a ottenere adeguata assistenza. 

L’attuale testo della proposta prevede che la Giunta regionale individui una Asl presso cui avviare una sperimentazione per almeno 18 mesi consecutivi, anche che se l’obiettivo di più ampio respiro è che si possa giungere in tempi brevi ad un regime ordinario che preveda l’istituzione di un Albo regionale di professionisti e professioniste a disposizione di tutte le Asl laziali.

Inizia ora la fase in cui i vari soggetti interessati potranno presentare le proprie osservazioni e i propri emendamenti al testo originario. E l’Ordine degli Psicologi del Lazio siederà tra questi.

Ringrazio per il lavoro fatto la proponente della legge, on. Sara Battisti – conclude il Presidente Federico Conte –  con l’auspicio che l’iter di approvazione del testo proceda speditamente, raccogliendo un consenso trasversale alle diverse forze politiche.

Tutti gli aggiornamenti sul tema verranno forniti progressivamente attraverso le pagine del presente sito web non appena disponibili.


 

Proposta di legge regionale n. 138/2019