News Psicologi

Professionisti e Fondi europei

La Consigliera regionale Eleonora Mattia annuncia il coinvolgimento dei professionisti nel procedimento di programmazione europea 2021-2027

Professionisti e Fondi europei

Negli ultimi tempi la Regione Lazio sta riservando un’attenzione crescente al tema della libera professione, come dimostrato dall’istituzione di una Consulta del lavoro autonomo e, più di recente, dall’approvazione della legge regionale sull’equo compenso, della quale si è parlato anche attraverso questo sito web.

A tali importanti interventi, che procedono in direzione di una maggiore valorizzazione della figura dello psicologo nei contesti istituzionali, se ne aggiunge un altro, relativo al coinvolgimento dei professionisti nella definizione della destinazione dei Fondi strutturali messi a disposizione dal bilancio dell’Unione Europea per il periodo 2021-2027.

Con l’approvazione di un recente ordine del giorno presentato dalla Consigliera Mattia, il Presidente e la Giunta del Lazio si sono impegnati a coinvolgere, per quanto di competenza regionale, i professionisti del Lazio, mediante le associazioni, gli enti e gli organismi che li rappresentano, nei tavoli di partenariato e/o, comunque, nel procedimento di programmazione europea.

Per la Consigliera Eleonora Mattia, già promotrice della Legge sull’equo compenso, i professionisti rappresentano infatti un ampio settore del mondo produttivo regionale e sono altresì una risorsa in grado di contribuire in maniera decisiva nella definizione delle strategie e delle priorità di investimento prescelte da ogni Stato membro, da attuare attraverso Accordi di partenariato. 

Tali accordi contengono un elenco dei programmi operativi nazionali e regionali e indicano la dotazione finanziaria annuale destinata ai vari programmi operativi, che espongono le necessità del Paese e delle regioni e al quale hanno titolo per partecipare tutti gli organismi che rappresentano i lavoratori, i datori di lavoro e la società civile, tra cui l’Ordine.

L’impegno assunto dalla Regione offre quindi un’importante opportunità alla psicologia e ai professionisti, che – rappresentati dall’Ordine ai tavoli di partenariato – potranno in tal modo contribuire e fare in modo che i servizi implementati da Stati membri e regioni siano rispondenti alle esigenze del territorio e dei suoi abitanti.