News Psicologi

Bonus baby-sitting

Che cos’è, chi riguarda e come farne richiesta

Bonus baby-sitting

Il decreto “Cura Italia” (Decreto-legge n. 18/2020) prevede il riconoscimento di un bonus di 600 euro come misura di sostegno a famiglie e lavoratori che, per effetto della chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole dovuta all’emergenza COVID-19, si trovino nella concreta difficoltà di far fronte a spese per l’assistenza e la sorveglianza dei figli minori fino a 12 anni.

Il bonus può essere richiesto come alternativa al congedo parentale di 15 giorni, previsto dallo stesso decreto, sia da lavoratori dipendenti (del settore pubblico o privato) sia dai lavoratori autonomi con cassa di previdenza autonoma, come gli psicologi iscritti all’Enpap.

Di recente l’Inps, ente previdenziale chiamato a ricevere le richieste ed a provvedere all’erogazione del bonus, ha emanato la circolare n. 44, che contiene alcuni chiarimenti in merito a quanto previsto dal Decreto Cura Italia.

L’Inps chiarisce che nel caso di genitori separati il bonus spetta al genitore con cui il figlio convive, che dovrà presentare al momento della richiesta una autocertificazione. 

Il bonus non varia in funzione del numero dei figli, pertanto la misura è unica per famiglia: nel caso di due figli minori di 12 anni, ad esempio, occorrerà presentare due domande da 300 euro l’una. 

Per quanto riguarda il limite di età del figlio minore, è necessario far riferimento alla alla data del 5 marzo 2020, giorno di chiusura delle scuole. Si può accedere al beneficio se a quella data il bambino non aveva ancora compiuto i 12 anni di età.

Prossimamente l’Inps renderà nota la tempistica per il rilascio della procedura per l’acquisizione delle domande di bonus da parte dei cittadini e per il tramite degli intermediari abilitati. Le domande saranno accolte fino al raggiungimento del limite di spesa stanziato e ulteriori richieste saranno messe in stand-by e accolte solo nel caso di stanziamento di ulteriori fondi.

La richiesta del bonus può essere presentata attraverso varie modalità:

  • applicazione web sul sito www.inps.it, accedendo al percorso Prestazioni e servizi > tutti i servizi > Domande per prestazioni e sostegno del reddito > Bonus servizi di baby sitting;
  • contattando il numero verde 803164 o il numero 06 164164;
  • tramite i patronati.

Il bonus è articolato in una serie di voucher virtuali da 10 euro/l’ora. La baby sitter, precedentemente registrata dal genitore, potrà riscuotere il compenso attraverso una procedura telematica, dichiarando la sua intenzione di usufruire del bonus Covid-19.