Commissione tutela News Psicologi Tutela

Normazione counselor, nuovo intervento inibitorio del Ministero della Salute

Da Lungotevere Ripa una nuova istanza di sospensione del progetto di norma sulla figura del counselor

Normazione counselor, nuovo intervento inibitorio del Ministero della Salute

Condividendo le preoccupazioni dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, il Ministero della Salute ha recentemente rivolto a UNI – Ente italiano di normazione una nuova istanza di sospensione delle operazioni sul progetto normativo sulla figura del counselor, perché in palese sovrapposizione con le professioni sanitarie dello psicologo, dello psicologo psicoterapeuta, del dottore in tecniche psicologiche, del medico psicoterapeuta e del medico psichiatra.

Ormai da tempo UNI sta cercando di introdurre una regolamentazione generica ed indeterminata relativa alla figura del counselor che, di fatto, determina illegittime sovrapposizioni con le sopracitate professioni sanitarie regolamentate e un potenziale incentivo all’esercizio abusivo delle stesse.

Come si ricorderà, già nel gennaio 2019 il Ministero della Salute, fatte proprie le osservazioni dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, aveva espresso la propria contrarietà al progetto di norma 1605227, chiedendo a UNI la sospensione dei lavori. Peraltro, il Ministero della Salute aveva rilevato l’analogia esistente con il precedente progetto di norma sul Counseling relazionale, la cui adozione fu sospesa qualche anno prima sempre su suo intervento.

Tuttavia, nonostante l’intervento inibitorio del Ministero, UNI non soltanto non ha sospeso i lavori pre-normativi, ma addirittura è arrivata a misconoscere la competenza del Ministero a pronunciarsi nel merito delle attività dell’Ente.

Nel giugno scorso l’Ordine degli Psicologi del Lazio, dopo avere sollecitato il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, ha inviato al Ministero della Salute ed al Ministero dello Sviluppo Economico una nuova istanza di intervento inibitorio delle procedure di normazione in corso relative ai progetti di norma Norma UNI 1605227 e Norma UNI 1601326. 

Più di recente, a settembre, UNI ha comunicato all’Ordine degli Psicologi del Lazio l’istituzione di un nuovo gruppo di lavoro per il progetto di normazione UNI/CT006/GL07 sempre sulla figura del Counselor.

Informando l’Ordine degli Psicologi del Lazio del suo nuovo intervento inibitorio, il Ministero ha dunque ribadito la propria contrarietà al progetto di normazione del counselor, assumendo così un forte impegno a garanzia del diritto alla salute della collettività. Restiamo ora in attesa di conoscere gli sviluppi sulla vicenda, a cui non si mancherà di assicurare opportuna diffusione attraverso le pagine di questo sito web.


Sul tema: Normazione counselor, Ministero della Salute chiede la sospensione

Vedi anche: Inchiesta su counseling e minori. Cosa accade quando persone prive delle necessarie competenze prendono in carico minori in condizioni di particolare vulnerabilità