Informativa ai sensi dell’art.13 REGOLAMENTO (UE) 2016/679 e del Dlgs. 101/18 sul trattamento dei dati personali

Titolare

Titolare del trattamento è Ordine degli Psicologi del Lazio con sede in via del Conservatorio 91, 00186 Roma, c.f. 96251290589

Responsabile per la protezione dei dati personali

Per qualsiasi domanda relativa agli impegni del Titolare (Ordine psicologi Lazio) in merito alla protezione dei dati dell’utente, o per eventuali reclami, è possibile contattare il responsabile della protezione dei dati, Avv. Cathy La Torre, al seguente indirizzo: dpo@wildside.legal

Finalità del trattamento e base giuridica del trattamento

Il trattamento dei dati personali, relativi a notizie anagrafiche (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, recapito telefonico, email, domicilio professionale, titolo di studio, etc.), a eventuali precedenti iscrizioni e all’attività professionale, è diretto:

  1. al fine istituzionale della tenuta dell’Albo;
  2. all’adempimento di specifiche norme di legge (es. in materia contabile, fiscale, rapporto di lavoro etc.) o regolamenti (es. comunicazione Enti e Ministeri);
  3. al fine di agevolare lo svolgimento della professione;
  4. alle iniziative di formazione e/o aggiornamento professionale, culturali e/o ricreative (dirette agli iscritti e non) della cui organizzazione l’Ordine degli Psicologi del Lazio sia, anche solo in parte, investito; per le finalità strettamente necessarie all’organizzazione dell’iniziativa, gestione delle iscrizioni, riscossione delle quote di iscrizione e comunque per tutte quelle che si rendano necessarie alla fornitura del servizio richiesto;
  5. a inviare news e materiale informativo circa corsi di aggiornamento, formazione, incontri, nuove pubblicazioni, sulla base della specializzazione dell’iscritto o sulla base degli incontri ai quali l’iscritto abbia manifestato interesse. Il trattamento può avvenire sia con mezzi automatici (sms, mail) sia con mezzi tradizionali (posta, telefonate).

La base giuridica per le finalità di cui ai numeri 1-4 è l’art.6, lett. e), del Reg. 679/2016 (il trattamento è necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento) in quanto l’Ordine degli Psicologi del Lazio è un ente pubblico non economico.

La base giuridica per le finalità di cui al numero 5 è l’art. 6, lett, a), vale a dire il consenso espresso da parte dell’interessato. Detto consenso riguarda sia le modalità di comunicazione automatizzate che quelle tradizionali sopra descritte. L’interessato avrà sempre il diritto di opporsi in maniera agevole e gratuitamente, in tutto o anche solo in parte al trattamento dei suoi dati per dette finalità, escludendo alcune modalità di contatto.

Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati e conseguenze di un eventuale rifiuto di fornire i dati personali

I dati richiesti per le finalità di cui ai precedenti numeri 1-4 devono essere obbligatoriamente forniti per l’adempimento degli obblighi di legge e/o per la tenuta degli Albi quale espressione di un compito di interesse pubblico. Pertanto l’eventuale rifiuto, anche parziale, di fornire tali dati comporterebbe l’impossibilità di iscriversi all’Albo o di mantenere tale iscrizione.

Il conferimento dei dati personali necessari per le finalità di cui al precedente numero 5 è facoltativo, pertanto l’eventuale rifiuto di fornire tali dati comporterebbe l’impossibilità di porre in essere le attività ivi descritte. Il consenso espresso è sempre revocabile.

Modalità del trattamento

I principali dati raccolti riguardano:

  1. notizie anagrafiche (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, recapito telefonico, email, titolo di studio, etc.);
  2. dati relativi ad eventuali precedenti iscrizioni o iscrizioni in altri Albi;
  3. dati relativi all’attività professionale.

Alcuni dati possono essere qualificati come sensibili e/o giudiziari e sono raccolti in base a disposizioni di legge. Tutti i dati sono raccolti e registrati in modo lecito e secondo correttezza per le finalità sopra indicate e sono trattati anche con l’ausilio di sistemi informatici e di apposite banche dati in termini compatibili con tali scopi. A tale fine è cura dell’Ordine far accedere a tali trattamenti solo personale competente a ciò abilitato, nonché utilizzare dati esatti ed aggiornati, pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati. Si precisa, inoltre, che i dati sono conservati in una forma che consente l’identificazione dell’interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali sono stati raccolti o successivamente trattati, tenuto conto del rispetto dei termini di prescrizione, fermi restando gli obblighi di conservazione delle scritture contabili di cui alle leggi vigenti e future.

I dati, oltre ad essere conservati in forma cartacea, quindi, sono trattati anche con l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati. Tutte le elaborazioni possono essere effettuate a opera di personale incaricato, ovvero da soggetti terzi nominati Responsabili o incaricati delle operazioni di trattamento loro affidato (quali, per esempio, services di servizi, ecc.). Tutti i dati, compresi quelli residenti su PC, sono protetti da accessi non autorizzati. In particolare, la protezione dei dati gestiti con modalità informatica, si basa su tecniche standard di identificazione dell’operatore mediante chiave individuale con password obbligatoria; sono previsti in generale livelli di accesso differenziati e segmentazioni degli archivi.

Periodo di conservazione dei dati personali

I dati personali saranno conservati per l’intera durata dell’iscrizione all’Albo tenuto dall’Ordine degli Psicologi del Lazio. Anche in caso di sospensione e/o cancellazione dall’albo il Titolare conserverà i dati per l’espletazione dei termini previsti per legge per la conservazione dei documenti amministrativi.

Comunicazione e diffusione dei dati

I dati personali possono essere comunicati, per le finalità di cui al relativo paragrafo n. 1 (“Finalità del trattamento”), agli organismi associativi nazionali (es. Consiglio Nazionale o altri Ordini regionali), al Ministero della Sanità ed altre entità di natura pubblica. I dati personali possono essere, inoltre, comunicati a terzi per la fornitura di servizi amministrativi, contabili, informatici, di archiviazione, di spedizione o per servizi comunque strumentali allo svolgimento dell’attività sempre ed esclusivamente per le finalità del trattamento dati di cui al paragrafo n. 1. Nel rispetto della legge, può ricorrere l’eventualità di trasferimenti di dati verso Paesi appartenenti all’Unione Europea, esclusivamente per la realizzazione delle finalità del trattamento.

Alcuni dati personali degli iscritti (nome, cognome, luogo e data di nascita e residenza, nonché, per i sospesi dall’esercizio professionale, la relativa indicazione) sono soggetti a diffusione obbligatoria mediante la pubblicazione dell’Albo.

Si precisa, infine, che i dati concernenti gli iscritti possono venire a conoscenza del personale incaricato al trattamento dati e dei Responsabili del trattamento, nominati dal Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili è disponibile presso la sede dell’Ordine e può essere consultato in qualsiasi momento.

Diritti dell’interessato

L’interessato potrà far valere i propri diritti come espressi dagli artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 del Regolamento UE 2016/679, rivolgendosi al Titolare, mettendosi in contatto con l’Ordine degli Psicologi del Lazio all’indirizzo mail privacy@ordinepsicologilazio.it. L’interessato ha il diritto, in qualunque momento, di chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai Suoi dati personali, la rettifica, la cancellazione e limitazione del trattamento dei dati facoltativi. Inoltre, ha il diritto di opporsi, in qualsiasi momento, al trattamento dei suoi dati facoltativi (compresi i trattamenti automatizzati, es. la profilazione) nonché alla portabilità dei suoi dati. Fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo e giurisdizionale, se ritiene che il trattamento dei dati che la riguardano, violi quanto previsto dal Reg. UE 2016/679, ai sensi dell’art. 15 lettera f) del succitato Reg. UE 2016/679, Lei ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali e, con riferimento all’art. 6 paragrafo 1, lettera a) e art. 9, paragrafo 2, lettera a), ha il diritto di revocare in qualsiasi momento il consenso prestato. Nel caso di richiesta di portabilità del dato, il Titolare del trattamento fornirà all’interessato i dati in un formato strutturato, di uso comune e leggibile, da dispositivo automatico, i dati personali che la riguardano, fatto salvo i commi 3 e 4 dell’art. 20 del Reg. UE 2016/679.