Narrazioni e falsificazioni nella storia della psicologia italiana

13 aprile 2018 - 15:00 - 18:00 - Ordine degli Psicologi del Lazio

Sembra essersi stratificata un’immagine del sapere e della disciplina psicologica che è necessario rivedere attentamente per combattere quelle che Paolo Mieli ha efficacemente chiamato in un suo libro le “falsificazioni della storia”. Secondo questa tesi, che molti storici e filosofi condividono, ogni società, in modo particolare quella italiana, opera sul proprio passato recente o remoto falsificazioni interpretative o fattuali, che hanno origine nella pulsione “presentista” di molti analisti.

L’obiettivo del seminario è quello di sensibilizzare gli psicologi alla storia della propria disciplina al fine di coltivare il senso di appartenenza ad essa. E’ importante promuovere nella comunità professionale degli psicologi lo sviluppo di radici identitarie più robuste e conferire forza alla loro immagine sociale, nell’idea di far parte di una così importante tradizione ormai ultrasecolare.

A partire da tali considerazioni, il seminario sarà articolato in tre momenti:

Storia della psicologia – “La crisi della ricerca psicologica negli anni ’30 a Roma”
Storia della psicologia sociale – “La psicologia sociale ed il fascismo”
Storia della psicoterapia italiana – “Psicoterapia e psichiatria in Italia tra gli anni ’60 e ’70”.

Tali interventi evidenzieranno, basandosi sui fatti empirici della ricerca storica, i miti, le falsificazioni o le oscurità nelle principali narrazioni riguardanti le scienze psicologiche e psichiatriche.

 

Relatori

– Dott. Pietro Stampa, vicepresidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio. Psicologo di formazione psicoanalitica, libero professionista, fin dagli anni ’80 ha ricoperto incarichi direttivi nell’associazionismo scientifico e professionale. Eletto nel 1994 al primo Consiglio dell’Ordine, ha poi fatto parte fino al 2006 della Commissione Deontologica. Già docente di Psicologia delle organizzazioni e delle istituzioni all’Università di Chieti, è co-editor della Rivista di Psicologia Clinica e autore di numerosi articoli e co-autore di due volumi su temi clinici ed etici.
– Prof. Giovanni Pietro Lombardo, professore ordinario di Storia della Psicologia clinica presso il Dipartimento di Psicologia dinamica e clinica della “Sapienza”, dove ha fondato l’Archivio on line di Storia della Psicologia. Autore di numerosi articoli pubblicati sulle più importanti riviste internazionali di storia della psicologia.
– Dott.ssa Giorgia Morgese, dottore di ricerca in Psicologia e Scienza cognitiva, è borsista di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia dinamica e clinica della Facoltà di Medicina e Psicologia della “Sapienza”. E’ autrice di diversi contributi internazionali sulla storia delle scienze psicologiche.
– Prof.ssa Gilda Sensales, PhD, professoressa associata di Psicologia sociale e politica presso l’Università “Sapienza”. Il suo background teorico è di derivazione critica con una particolare attenzione alla tradizione delle rappresentazioni sociali. La sua ricerca si concentra su: comportamento e comunicazione politica, linguaggio, politica e differenze di genere, sessismo negli atteggiamenti e sul linguaggio, storia della psicologia sociale e politica.
– Prof. Renato Foschi, PhD, professore associato di Storia delle Scienze Psicologiche presso la “Sapienza”. Si è occupato principalmente di Storia della Psicologia della Personalità, di Storia della Psicologia Italiana e di Storia dei rapporti fra Psicologia e Pedagogia. Ha scritto numerosi articoli su queste tematiche sia in ambito nazionale che internazionale

 

Luogo

Il seminario si terrà presso la sede dell’Ordine degli Psicologi del Lazio in via del Conservatorio 91, Roma.

 

Tipologia

Il seminario è rivolto agli iscritti all’Ordine degli Psicologi del Lazio, a ricercatori e a studenti delle lauree magistrali in psicologia.
Il seminario verrà videoregistrato e pubblicato sul sito dell’Ordine. E’ prevista una diretta streaming.
L’evento non rilascia crediti ECM.

Salva evento

Prenotazione

Chiediamo la correttezza di prenotarsi se vi è reale intenzione di partecipare all’evento, così da non arrecare danno ad altri colleghi interessati. Grazie per la collaborazione e la sensibilità

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Non è più possibile prenotarsi dopo le ore 20:00 del 12/04/2018