4° giornata “Il caso clinico. Identità a confronto”

08 aprile 2019 - 10:00 - 19:00 - Ordine degli Psicologi del Lazio

L’iniziativa “Il caso clinico. Identità a confronto” ha l’obiettivo di promuovere una maggiore conoscenza dei diversi modelli psicoterapeutici che compongono l’attuale panorama formativo disponibile nella Regione Lazio.
A questa seconda edizione, parteciperanno 35 scuole di specializzazione in psicoterapia che operano nella nostra Regione. Nel corso dei 7 incontri ciascuna scuola avrà 90 minuti a disposizione per presentare il proprio caso clinico, a cui far seguire la conversazione tesa ad illustrare la propria teoria e metodologia di intervento psicoterapeutico.

 

Di seguito i casi clinici della giornata di lunedì 8 aprile 2019:

 

10:00 – 11:30 | Istituto Gestalt Analitica (IGA)
“Il Colombre”: l’incontro di un equilibrio tra colori e ombre

Il quadro clinico della paziente, al momento della presa in carico, soddisfa i criteri diagnostici per un disturbo ciclotimico con funzionamento borderline di personalità. La familiarità psichiatrica e l’insorgenza di vicende dolorose pesano sulla costruzione dell’identità e sull’adattamento di un adolescente che, divenuta donna, decide di chiedere aiuto per trovare “il suo posto nel mondo”. Il percorso terapeutico, iniziato sei anni fa, è ancora in corso.

 

11:45 – 13:15 | Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica (SIPP)
“La capacità di essere soli in due”

Giovane donna depressa, con stati d’ansia, bloccata nello sviluppo identitario.
Il percorso psicoterapeutico mostra la processualità che passando per l’analisi delle difese arcaiche onnipotenti, le dinamiche di transfert e controtransfert, porta alla nascita identitaria e la capacità “di essere soli”. Il caso mostra come la ”cura attraverso la parola” si dipana in un dialogo conscio/inconscio tra analista e paziente al lavoro.

 

Pausa

14:00 – 15:30| Scuola Superiore di Specializzazione in Psicologia Clinica presso l’Università Pontificia Salesiana (SSSPC-UPS)
“L’incidente: riavviare il percorso di vita”

Uomo di 35 anni. Coinvolto in un incidente d’auto 15 anni fa. Il migliore amico, alla guida del mezzo è deceduto per complicanze mediche. Sentimento di colpa del sopravvissuto. Gli effetti fisici dell’incidente sono scaturiti dallo schiacciamento del midollo, che produce spasticità e difficoltà nella deambulazione, che rendono difficoltose le attività quotidiane. Si presenta al CePI evidenziando agiti impulsivi aggressivi. La rabbia e l’aggressività coprono la disperazione e il senso di debolezza su cui il paziente non riesce a sintonizzarsi.
(DSM 5: Soddisfa i criteri del Disturbo Borderline di Personalità. Diagnosi Differenziale PTSD). Inviato dallo Psichiatra, richiede il percorso per contestualizzare la rabbia, dandone un senso, al fine di bloccare agiti impulsivi.

 

15:45: 17:15 | Istituto di Specializzazione in Psicologia Psicoanalistica del Sé e Psicoanalisi Relazionale (ISIPSé)
“La stanza dello spirit e del tempo”

Storia di una psicoterapia durata molti anni. Speranze e scoraggiamenti, momentanei progressi e periodi di empasse, rotture e riparazioni ne hanno attraversato il campo intersoggettivo. Il sé di un bambino fragile e senza storia, che non riusciva a sentirsi in connessione con se stesso, con gli altri e con le cose ha trovato riparo a sintomi selvaggi conquistando un senso di coesione e vitalità. Il lavoro clinico si è rivelato un’esperienza di soggettivazione, creativa per entrambi.

 

17:30 – 19:00| Istituto di Terapia Relazionale Integrata (ITRI)
“Contenimento dell’ideazione suicidaria di un adolescente attraverso il setting integrato”

L’ideazione suicidaria e i comportamenti autolesivi della giovane paziente hanno reso necessari continui interscambi tra i curanti. Lo spazio di pensiero integrato tra il setting familiare ed individuale ha consentito al terapeuta individuale di contenere il pericolo, sia perché il terapeuta familiare ha contenuto gli agiti familiari anche concretamente, sia perché il gruppo di supervisione ha attivato prospettive di pensiero capaci di restituire significato alla gravità.

 

Si informa che la prenotazione all’evento non implica la partecipazione a tutte le presentazioni delle scuole. E’ possibile prendere parte anche ad uno o più casi clinici.

 

Luogo

Sede dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, via del Conservatorio 91 – Roma.

 

Tipologia

L’incontro è rivolto agli iscritti all’Ordine degli Psicologi del Lazio, ai laureandi e laureati in psicologia.
L’incontro sarà videoregistrato e pubblicato nell’area riservata del sito dell’Ordine nella sezione E-learning. E’ prevista una diretta streaming sulla pagina Facebook dell’Ordine.
Non è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione. L’evento non rilascia crediti ECM.

Salva evento

Prenotazione

Chiediamo la correttezza di prenotarsi se vi è reale intenzione di partecipare all’evento, così da non arrecare danno ad altri colleghi interessati. Grazie per la collaborazione e la sensibilità

Se non sei iscritto all'Ordine degli Psicologi del Lazio compila il form sottostante.