Avviso formazione valore apprendimento

La Regione Lazio seleziona operatori della formazione e professionisti (la partecipazione è volontaria e gratuita) per sperimentare modelli di avanguardia. Si tratta di un rilevante progetto innovativo, destinato a porsi come riferimento per tutti gli organismi della formazione nel Lazio, per l’avvio di una politica formativa basata sulla progettazione e certificazione per competenze, secondo la recente normativa. Gli enti attuatori dovranno realizzare un percorso di formazione per massimo due propri lavoratori, in cui promuovere capacità di progettazione formativa e certificazione per competenze, in attuazione del recente Decreto attuativo del Ministero del Lavoro del 30 giugno 2015.

Data di scadenza:

07/12/2016

Vuoi proporti come professionista?

Se sei un lavoratore che  ha rapporti con un ente formativo, è una importante opportunità per entrare a far parte del nuovo modello di attuazione delle politiche formative pubbliche, sviluppando una professionalità che potrà avere notevole spendibilità nel settore per gli anni futuri. Partecipare è molto semplice e permetterà anche al tuo ente di sviluppare una modalità formativa coerente con le richieste della nuova legge, mantenendo competitività; puoi quindi proporre e collaborare a presentare la domanda, entrando a far parte dei professionisti che si formeranno secondo i criteri dell’Avviso.

 

Vuoi realizzare il progetto?

A chi si rivolge

il progetto è rivolto agli organismi formativi accreditati in Regione per la tipologia “obbligo formativo, formazione continua e superiore, che svolgano attività formativa in ambito “Ristorazione”, “edilizia/impiantistica”, “Servizi Sociali”, “Informatica”, “amministrazione”. Ogni ente può presentare un’unica domanda

Scadenza

07/12/2016

Azioni finanziate

Le azioni che gli enti dovranno realizzare sono percorsi formativi, strutturati secondo un programma definito dall’Avviso, rivolti ai dipendenti che favoriranno la definizione di un modello virtuoso che possa costituire un riferimento. L’Avviso non finanzia i progetti.

Destinatari

Lavoratori degli enti di formazione (indipendentemente dalla natura del contratto) con un titolo di istruzione non inferiore al diploma di scuola secondaria superiore e esperienza professionale maturata nella formazione professionale, nei servizi di orientamento e di accompagnamento al lavoro non inferiore a tre anni, anche non continuativi, negli ultimi cinque. Possono partecipare 2 lavoratori per ogni ente, per un totale di 100.

Ente erogatore

Regione Lazio – Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Programma di riferimento

Programma Operativo della Regione Lazio Fondo Sociale Europeo 2014-2020 e in particolare azioni di sistema rivolte allo sviluppo delle risorse metodologiche, procedurali, organizzative e professionali del costituendo sistema regionale di certificazione delle competenze, in attuazione di quanto disposto dal D.lgs 13/2013 e dal Decreto attuativo del Ministero del Lavoro del 30 giugno 2015 recepito dalla Regione Lazio con DGR n. 122 del 22/03/2016

Apertura e scadenza

10/11/2016-7/12/2016

Budget complessivo

Non è previsto budget

Budget per progetto

Non è previsto budget

Cofinanziamento

Il progetto è a carico degli enti formativi

Procedura

Presentare una manifestazione di interesse tramite PEC del candidato, secondo l’Allegato B del bando al seguente indirizzo PEC: programmazioneformazione@regione.lazio.legalmail.it entro le 13 del 7/12/2016. La manifestazione di interesse sarà valutata in ordine cronologico.

Priorità

L’avviso ha come priorità la creazione di figure altamente qualificate che permettano la realizzazione delle nuove linee programmatiche.

Informazioni

Le informazioni aggiuntive potranno essere richieste esclusivamente al seguente indirizzo di posta certificata: programmazioneformazione@regione.lazio.legalmail.it

Bando, domanda e allegati

http://www.regione.lazio.it/rl_formazione/?vw=documentazioneDettaglio&id=38844

 

Criticità e premialità

La principale criticità è l’assenza di finanziamento, e quindi la necessità di investire da parte degli enti, in un percorso formativo autofinanziato. Inoltre occorre presentare la domanda in tempi brevi, perché orientativamente potranno essere accolte circa 50 domande. Questo comporta che, da parte dell’ente di formazione, vi sia la consapevolezza del valore strategico di questo progetto, che mira anche a identificare soggetti del mondo della formazione che, in futuro, siano best practices di riferimento.

Le schede riportano informazioni liberamente tratte da documentazioni ufficiali, a cui si rimanda per verifiche e approfondimenti, declinando responsabilità per eventuali difformità.


 si no

Rimani sempre aggiornato

informativa*