Avviso 2016 per le associazioni di promozione sociale iscritte al registro nazionale

Il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali finanzia iniziative di innovazione sociale, formazione e creazione banche dati, tramite il Fondo per l’associazionismo. È l’unico bando annuale di riferimento nazionale  esclusivamente dedicato alle APS.

Data di scadenza:

05/12/2016

Vuoi proporti come professionista?

L’Avviso rappresenta un’interessante opportunità per psicologi che hanno tra le proprie reti professionali dei rapporti con Associazioni di Promozione Sociale, impegnate in  vari ambiti di intervento (disabilità, immigrazione, famiglia, terza età, patrimonio culturale, dipendenze, partecipazione sociale, stili di vita, convivenza e appartenenza nei territori, etc).

Attraverso la candidatura di un progetto in risposta a questo Avviso, i professionisti possono aiutarle a pensare e a realizzare iniziative di sviluppo di competenze per i loro membri, oppure di innovazione sociale nei contesti in cui operano. Il progetto può consentire alle Associazioni di  capitalizzare la conoscenza dei problemi e l’esperienza di intervento finora prodotta, di sviluppare le proprie reti, di sperimentare nuove metodologie di intervento.

In eventuale fase realizzativa, gli psicologi possono assumere funzioni di intervento rivolto ai destinatari delle azioni; di costruzione degli strumenti di lavoro; di programmazione, monitoraggio e di coordinamento delle attività; di promozione degli scambi fra i vari attori; di accompagnamento e consulenza alle associazioni sul procedere dell’iniziativa.

 

Vuoi realizzare il progetto?

A chi si rivolge l’Avviso

Associazioni di promozione sociale iscritte al Registro Nazionale o nei registri delle regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano.

Le associazioni possono candidare iniziative singolarmente o in partenariati.

Scadenza

Entro le ore 12:00 del 5 Dicembre 2016

Azioni finanziate

Il bando finanzia due tipi di azioni:

– di formazione e aggiornamento dei membri delle associazioni proponenti e/o progetti volti all’informatizzazione delle stesse associazioni e la produzione di banche dati (lettera d);

– di innovazione sociale, di promozione di relazioni sociali e di collaborazione con le istituzioni a tutti i livelli territoriali e riferirsi ad uno o più degli ambiti di intervento individuati per l’anno 2016 (vd voce “priorità”) (lettera f).

Destinatari

L’Avviso individua come soggetti prioritari a cui si devono rivolgere i progetti:

PER AZIONI LETTERA D: Membri delle associazioni proponenti (in particolare se di età inferiore ai 30 anni).

PER AZIONI LETTERA F: Soggetti in generali condizioni di svantaggio e vulnerabilità sociale (disabili; giovani generazioni; anziani; persone vittime di violenza; immigrati, soprattutto di seconda generazione; lavoratori stagionali nelle attività agricole; famiglie che devono conciliare tempi di lavoro e di vita; persone con problemi di dipendenza, incluso il gioco d’azzardo; detenuti ed ex detenuti).

Ente erogatore

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese

Programma di riferimento

Fondo nazionale per l’associazionismo – Progetti ed iniziative anno finanziario 2016

http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Terzo-settore-e-responsabilita-sociale-imprese/focus-on/Associazionismo-sociale/Pagine/default.aspx

Budget complessivo

7.050.000,00 euro

Budget per progetto

Sono ammessi progetti dal costo complessivo compreso tra i 50.000 e i 150.000 euro (per la lettera d) e tra i 50.000 e i 300.000 euro (per la lettera f).

Cofinanziamento

Il 20% del costo complessivo dell’iniziativa o del progetto è posto a carico del cofinanziamento dell’associazione proponente e degli eventuali partner

Procedura

Invio telematico attraverso la piattaforma informatica all’indirizzo: www.direttiva383.it, previa registrazione dell’associazione.

Priorità

  • Inclusione sociale e pari opportunità.
  • Cittadinanza attiva e solidarietà sociale.
  • Contrasto alle discriminazioni e alla violenza.
  • Supporto alla conciliazione tra tempi di lavoro e di vita per le famiglie.
  • Contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura.
  • Prevenzione e contrasto delle dipendenze.
  • Recupero sociale di detenuti ed ex detenuti.
  • Promozione dell’adozione di corretti stili di vita (attività motoria ed alimentazione).
  • Tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale del Paese.
  • Valorizzazione e la tutela dei beni comuni, attraverso un utilizzo da parte delle comunità territoriali di riferimento.
  • Promozione della legalità e della corresponsabilità.

Informazioni

Per informazioni o chiarimenti è possibile di contattare i seguenti numeri: Tel. 06.4683.4489 – 4575 – 4375

Bando, domanda e allegati

Avviso: http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Terzo-settore-e-responsabilita-sociale-imprese/focus-on/Associazionismo-sociale/Documents/2-Avviso-1-2016-iniziative-e-progetti-l-383.pdf

Formulario: http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Terzo-settore-e-responsabilita-sociale-imprese/focus-on/Associazionismo-sociale/Documents/3-Formulario-presentazione-2016.pdf

Allegati: http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Terzo-settore-e-responsabilita-sociale-imprese/focus-on/Associazionismo-sociale/Pagine/Iniziative-e-progetti-anno-2016.aspx

Criticità

Una rilevante criticità sono le dimensioni territoriali dell’iniziativa: è condizione favorevole la presenza e la diffusione dell’associazione proponente su tutto il territorio nazionale. L’Avviso premia quindi le realtà diffuse in varie regioni, e la capacità di aggregare soggetti in reti ampie.

Premialità

Sono evidenziabili le seguenti priorità

  • Innovatività dell’intervento, in termini di ipotesi che lo sostengono e di metodologie impiegate.
  • Capacità dell’iniziativa di rispondere ad una “emergenza sociale”, pertinente con le priorità e le tipologie di destinatari indicate (per progetti relativi all’azione lettera f).
  • Candidatura del progetto da parte di un partenariato di associazioni.
  • Sostegno all’iniziativa e collaborazione da parte di enti pubblici e privati da dimostrare attraverso lettere di adesione.

Le schede riportano informazioni liberamente tratte da documentazioni ufficiali, a cui si rimanda per verifiche e approfondimenti, declinando responsabilità per eventuali difformità.


 si no

Rimani sempre aggiornato

informativa*