I dieci anni della legge 54/2006 su affidamento condiviso: tutela della bigenitorialità e del diritto ai legami familiari

Saluti Istituzionali

Ordine degli Psicologi Lazio dott. Pietro Stampa (Vice Presidente)

Garante Nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza dott.ssa F. Albano

Garante dell’Infanzia della Regione Lazio dott. J. Marzetti

Successi ed insuccessi: criticità e cambiamenti positivi introdotti dalla legge 54/2006

Avv. M. Lucidi – avvocato, deputata estensore della L. 54/2006

Dott.ssa F. Mangano

Dott.ssa A. Montaldi

Tavola Rotonda – i 10 anni dell’affidamento condiviso nel Tribunale Ordinario di Roma e di Civitavecchia

Prof.ssa M. Malagoli Togliatti

Dott.ssa C. Ciavattone

Dott.ssa S. Ciani

Avv. P. Rossi

Dott.ssa C. De Giorgio

Dott.ssa P. Cavatorta

Criticità nell’applicazione dell’affidamento condiviso. Alta conflittualità e rifiuto genitoriale: come tutelare i minori e i legami tra le generazioni

Dott.ssa A. Lubrano Lavadera

 

Tavola Rotonda – criticità e aspetti di risorsa. Tutelare la bigenitorialità nei casi ad alta conflittualità e di rifiuto genitoriale.

Dott.ssa M. Mazzolini

Dott.ssa D. Bianchini

Dott.ssa C. Pratesi

Avv. M. Santini

Avv. A. Tommasini

Dott.ssa V. Poggini

Dott.ssa K. Vitri

 

 

L’aumento vertiginoso del numero delle separazioni e divorzi ha fatto sì che sempre più figli minori si trovino a sperimentare la separazione dei propri genitori. Spesso questi figli diventano oggetto di contesa, di scontro, più che soggetti di diritto e di condivisione cogenitoriale.

Sempre più professionisti in area psicologica sono coinvolti nello strutturare interventi per facilitare la riorganizzazione funzionale di queste famiglie, per tutelare il diritto alla continuità delle relazioni genitoriali e per ascoltare e comprendere il minore. Gli obiettivi sono quelli di prevenire esiti psicopatologici e di garantire il benessere psicologico dei figli minori, attraverso la diffusione della cultura della cura dei legami genitoriali.

L’Ordine degli Psicologi del Lazio ha promosso una giornata di approfondimento sull’applicazione della normativa 54/2006 a dieci anni dalla sua emanazione. Attraverso il confronto tra esperti si è proposto di individuare le criticità ancora esistenti nell’applicazione della normativa, ma soprattutto nella diffusione della cultura della bigenitorialità, come presupposto minimo della tutela dei figli di genitori separati.

Il Convegno ha previsto il coinvolgimento di professionisti esperti CTU che prestano la loro opera in collaborazione con la magistratura; Magistrati, nonché rappresentanti istituzionali e dei Servizi Territoriali che si occupano della cura e del monitoraggio delle situazioni di alta conflittualità ed avvocati esperti di diritto di famiglia.

Una particolare attenzione è stata rivolta alla trattazione di quei casi in cui la bigenitorialità è fortemente minacciata, ovvero i casi in cui un figlio rifiuta “immotivatamente” un genitore.