Psicologi

Spazio di Ascolto Tivoli, due mesi dopo

A due mesi dall’avvio, lo sportello di ascolto dell’Ordine si conferma un valido punto di riferimento territoriale per l’accoglienza e il supporto psicologico iniziale delle vittime di reato

Spazio di Ascolto Tivoli, due mesi dopo

È iniziata lo scorso 17 gennaio l’operatività dello Spazio di Ascolto e Accoglienza Vittime di reato presso la Procura di Tivoli, garantito dall’Ordine a seguito della firma del Protocollo d’Intesa con la con la stessa Procura di Tivoli, la ASL Roma 5, l’Ordine degli Avvocati e la Camera Penale di Tivoli.

Il servizio, attivo per tre giorni a settimana (martedì e venerdì dalle 10 alle 14 e mercoledì dalle 14 alle 18) può contare al momento sulla disponibilità di 16 psicologi (di cui uno con funzioni di coordinamento), selezionati dall’Ordine sulla base all’esperienza professionale maturata in ambito giudiziario penale, psicosociale e sociosanitario e in possesso di un’adeguata formazione multidisciplinare per la conduzione del servizio.

Tre  i moduli formativi sinora seguiti dai professionisti (uno dedicato alla cornice normativa di riferimento, uno alla vulnerabilità delle vittime; l’altro alla scheda informativa appositamente predisposta per la raccolta dei dati e le problematiche riferite), mentre restano in programma uno spazio di approfondimento sulla deontologia professionale applicata alla procedibilità, che si svolgerà nel corso di marzo, e un ulteriore modulo sulla raccolta della testimonianza che si svolgerà invece ad aprile.

Cittadini comuni, vittime di reato ma anche operatori dei servizi sociosanitari in cerca di orientamento su casi in gestione di particolare complessità hanno comunque potuto ricevere già dal 17 gennaio in poi un primo sostegno psicologico dai professionisti incaricati della gestione del servizio (due per ciascun turno) ed essere indirizzati nel percorso giudiziario resosi necessario.

Undici i casi sinora trattati, alcuni dei quali di elevata complessità. Nella maggior parte dei casi, si è trattato di problemi derivanti da casi di maltrattamenti in famiglia, ma anche legati a aggressioni fisiche di gruppo, presunta violenza sessuale e stalking. L’intervento attuato da parte dei professionisti ha previsto un massimo di due consulenze vis à vis o telefoniche. La consulenza psicologica fornita durante il primo incontro è stata altresì occasione per lo svolgimento di un’analisi della domanda, cui hanno fatto seguito – come dall’accordo quadro – la consulenza legale più indicata per il caso specifico e l’accompagnamento alla denuncia del reato presso le Forze dell’Ordine.

In taluni casi, a seguito del primo incontro, i professionisti incaricati della conduzione del servizio hanno ravvisato la necessità di indirizzare l’utente verso ulteriori forme di supporto psicologico attraverso i servizi socio-sanitari competenti per territorio di appartenenza.

Le prime impressioni, a distanza di due mesi dal lancio dell’iniziativa, confermano in definitiva un concreto apprezzamento del servizio manifestato dagli utenti, consapevoli di poter individuare nei professionisti appartenenti all’Ordine degli Psicologi del Lazio un importante riferimento per superare o essere orientati in un momento difficile della propria esistenza.

Consapevolezza questa, che, come emerge dall’analisi della rete inviante, sembra già fortemente radicata anche in altre Istituzioni o professioni a vario titolo coinvolte nella gestione di casi critici: in diverse occasioni, infatti, l’approdo allo sportello di ascolto psicologico è stato infatti  suggerito e promosso dai consultori familiari di zona, associazioni culturali, dagli avvocati o dagli stessi psicologi privati delle vittime di reato interessate.

L’apprezzamento raccolto non può che rafforzare la determinazione dell’Ordine a proseguire lungo la strada della promozione del benessere psico-fisico della cittadinanza e della valorizzazione dei professionisti quotidianamente impegnati per il raggiungimento di questo obiettivo.


 

Torna alla pagina dell’iniziativa:

Spazio di Ascolto e accoglienza vittime

 

Designed by Freepik