Iniziative e progetti Psicologi

Questionario sulla funzione psicologica nella sanità laziale

Come sta cambiando la domanda di psicologia nella sanità laziale? Com’è possibile migliorarne la risposta? Quale può essere il contributo delle Istituzioni?

Questionario sulla funzione psicologica nella sanità laziale


Analisi di scenario

Nell’ambito del sistema sanitario regionale della Regione Lazio assistiamo a una progressiva riduzione del ricorso alla professionalità psicologica a fronte di una domanda di psicologia e psicoterapia in continuo aumento. Troppo spesso la dimensione psicologica della salute dei cittadini è sottovalutata e a tutt’oggi la professionalità psicologica rischia di diventare sempre più residuale nei servizi sanitari, poiché l’ottica di intervento in tali servizi è ancora fortemente di tipo “assistenziale” e/o riparativa, e non consente la realizzazione di tutte quelle attività di promozione, di prevenzione e d’intervento psicologico necessarie prima che i sistemi (individui, famiglie, gruppi) si disequilibrino in senso fortemente disfunzionale e necessitino poi di interventi specialistici complessi e molto più costosi. La valorizzazione degli interventi psicologici volti al sostegno nelle fasi di transizione del ciclo di vita, alla promozione del benessere anche negli inevitabili momenti critici degli individui, alla cura delle relazioni nei diversi contesti di vita (scuola, lavoro, famiglia..), ha un indubbio vantaggio che a tutt’oggi non risulta particolarmente evidente e utilizzabile dai politici e dai decisori in genere.


Necessità di una mappatura degli psicologi del Sistema Sanitario Regionale

Al fine di valorizzare la figura dello psicologo nel contesto sanitario, di lunga tradizione professionale ma nel quale si sta perdendo terreno a discapito della qualità della risposta alla domanda di salute dei cittadini, appare dunque necessario partire da una puntuale mappatura degli psicologi che operano in tale ambito.

Raccogliere dei dati puntuali circa il numero, l’inquadramento, la tipologia di servizio in cui gli psicologi sono inseriti consente di:

  • avere un quadro chiaro della situazione attuale degli psicologi dei servizi sanitari, pubblici e convenzionali;
  • evidenziarne punti di forza e punti di debolezza;
  • sostanziare di dati obiettivi eventuali proposte migliorative;
  • rappresentare le problematicità ai decisori regionali e locali;
  • collaborare a livello di pianificazione sanitaria a livello regionale e/o locale;
  • collaborare con l’Area Formazione della Direzione Regionale Salute e Integrazione sociosanitaria.

Benefici attesi

La descrizione puntuale della situazione degli psicologi operanti nei contesti sanitari ha come vantaggio primario per l’Ordine quello di poter rappresentare ai decisori politici le criticità di un sistema che è in forte crisi, ma di cui poco si percepisce la gravità, con maggiore forza e obiettività, evidenziando le forti contraddizioni e le pesanti ricadute sociali ed economiche che potrebbero essere evitate a fronte di investimenti che si “ripagherebbero” da soli in pochi anni. Migliorare l’azione di lobbying dell’Ordine nei confronti della Regione e delle amministrazioni locali rappresenta un’azione a favore della salute dei cittadini e degli psicologi che potrebbero essere utilmente impegnati in Servizi strategici per la comunità. Forse non si produrrà un aumento dell’occupabilità degli psicologi in poco tempo, ma si avvierà un dialogo critico con i decisori politici, si porrà il problema in maniera puntuale e sostanziata da dati obiettivi a cui si cercherà di dare risposta nell’ambito dei tavoli di concertazione regionali e locali.


Compilazione del questionario online

Il questionario è stato compilato dagli psicologi dell’Area sanitaria del welfare laziale (es. ASL, Azienda Ospedaliera, IRCCS pubblico e privato, Policlinico Universitario pubblico e privato, struttura classificata ed extraterritoriale, struttura accreditata/convenzionata) che hanno così aiutato l’Ordine a conoscere lo stato della Psicologia nel sistema integrato degli interventi della Regione Lazio.

I risultati dell’indagine saranno presentati nell’ambito del Workshop “La psicologia nella sanità laziale”.