Iniziative e progetti Psicologi

Il ruolo dello psicologo in ambito diabetologico

L’Ordine invita i professionisti operanti nel settore a partecipare alla rilevazione delle attività psicologiche in ambito diabetologico promossa dall’AMD per sviluppare una rete di coordinamento nel Lazio

Il ruolo dello psicologo in ambito diabetologico

Gli aspetti psicosociali hanno dimostrato di svolgere un ruolo particolarmente importante nella gestione della malattia diabetica e nell’adesione del paziente alla terapia: la situazione psicologica e la condizione sociale possono infatti condizionare la capacità del paziente di adempiere correttamente a tutte le necessità di cura del diabete.

Per questa ragione, l’Ordine ha avviato una proficua collaborazione con l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) volta ad evidenziare limportanza della valutazione e dell’intervento psicologico nella malattia diabetica, fattore ampiamente riconosciuto dalle diverse società scientifiche nazionali ed internazionali di diabetologia: in particolare gli attuali standard italiani di cura dell’AMD-SID raccomandano fortemente di inserire tali aspetti nel percorso diagnostico-terapeutico integrato del paziente.

La collaborazione tra Ordine e AMD è volta soprattutto ad affermare la centralità del ruolo dello psicologo all’interno del team diabetologico, in un contesto di forte disomogeneità organizzativa e strutturale sul territorio italiano.

Per raggiungere tale scopo, l’AMD, attraverso il Gruppo Psicologia e Diabete, ha avviato una ricognizione delle attività psicologiche svolte in ambito diabetologico, siano esse erogate da Psicologi interni (dipendenti o afferenti) alle UO Diabetologiche che esterni alle stesse, ma con queste collaboranti tramite accordi o consulenze.

Accogliendo la proposta avanzata dall’AMD e sulla scia della collaborazione avviata negli ultimi mesi, l’Ordine invita dunque tutti i professionisti operanti nel settore, a partecipare all’indagine e a diffonderla presso le proprie conoscenze. Il questionario è breve per consentire una agevole risposta da parte delle Strutture Diabetologiche, ma le risposte sono assai importanti per poter delineare in primis l’attuale presenza e ruolo dello Psicologo nelle diabetologie italiane ed essere punto di partenza per lo sviluppo di future iniziative di condivisione quale la creazione di una rete nazionale di psicologi impegnati e formati sulla persona con diabete.

Dopo aver compilato il questionario, il professionista operante in ambito diabetologico dovrà inviare il proprio curriculum all’indirizzo di posta elettronica psicologiaediabeteaemmedi@gmail.it come elemento di verifica e approfondimento delle informazioni precedentemente inserite.

Compila il questionario