News Psicologi Tutela

Pronto Intervento psichiatrico

L’Ordine scrive all’AUSL Rm E. Infondata l’interscambiabilità di ruolo tra infermieri e psicologi

Pronto Intervento psichiatrico

Con un recente atto aziendale, l’AUSL Roma E – che in collaborazione con ARES 118 assicura sul territorio un servizio di Pronto Intervento Psichiatrico – ha disposto che l’équipe chiamata a intervenire in situazioni di emergenza psichiatrica debba esser composta da un medico psichiatra e da un infermiere o, in alternativa, uno psicologo.

Al contrario di quanto affermato dalla stessa Ausl RM E, tale eventualità non è suffragata da alcuna disposizione normativa regionale.

Per tale ragione, con una nota indirizzata al Direttore Generale dell’Asl RM E Angelo Tanese, al Direttore del DSM Giuseppe Ducci e al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’Ordine, ha manifestato il proprio sconcerto per la decisione di ritenere tra loro interscambiabili due figure professionali come l’infermiere e lo psicologo.

L’Ordine ha chiesto l’immediato ritiro dell’atto aziendale ed ha dunque offerto la propria disponibilità a partecipare ad un tavolo di lavoro che, nel preminente interesse dei della collettività, riesca sì a collocare la disciplina psicologica nell’ambito delle situazioni di emergenza, ma attraverso un percorso in grado di valorizzarne ruoli e competenze specifiche.

Leggi la nota inviata


 

Photo credits:Luca Prioli (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/)