Fiscale News

Detrazione fiscale costi specializzazione

Pubblicato il Decreto del Miur che stabilisce l’importo massimo di detraibilità di tasse e contributi d’iscrizione alle scuole di specializzazione private riconosciute

Detrazione fiscale costi specializzazione

Com’è noto, le tasse e i contributi d’iscrizione per la frequenza di un corso d’istruzione universitario godono della detraibilità Irpef del 19% in sede di dichiarazione dei redditi.

Tale agevolazione fiscale si applica ovviamente anche ai costi sostenuti per l’iscrizione ai corsi di specializzazione in psicoterapia erogati dagli Istituti privati riconosciuti dal Miur. Con la legge di Stabilità per l’anno 2016 sono state tuttavia introdotte alcune importanti novità in materia fiscale.

A partire dalla dichiarazione dei redditi 2016, le spese per la frequenza di corsi d’istruzione accademica presso università non statali potranno essere detratte in misura non superiore a quella stabilita di anno in anno direttamente dal Miur con apposito decreto, tenendo conto degli importi medi di tasse e contributi dovuti alle Università statali.

Lo scorso 29 aprile 2016 il Miur, con il Dm n. 288 (art. 1 comma 3), ha dunque fissato in € 2900,00 l’importo massimo su cui calcolare la detrazione fiscale delle spese sostenute nell’anno d’imposta 2015 dagli iscritti ad una scuola di specializzazione non statale con sede nella zona geografica del Centro Italia (regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana e Umbria).

Tale importo verrà aggiornato dal Miur entro il 31 dicembre di ogni anno.

Ai fini della determinazione della detrazione d’imposta, al limite d’importo detraibile dovrà sommarsi quello relativo alla tassa regionale per il diritto allo studio.

Leggi il Dm n. 288/2016 sul sito web del Miur


Photo Credits: Kārlis Dambrāns (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/)