News Psicologi

Lo psicologo nei ruoli civili del Ministero della Difesa

L’Ordine invita il Cnop a collaborare con l’Aran per valorizzare le competenze dei funzionari sanitari psicologi

Lo psicologo nei ruoli civili del Ministero della Difesa

Il prossimo 31 dicembre giungerà a scadenza il Contratto Collettivo Nazionale delle Funzioni Centrali per il triennio 2016-2018, che interessa, tra altri, gli psicologi dipendenti del Ministero della Difesa inquadrati nei ruoli civili di funzionari sanitari.

Come previsto dal vigente CCNL, presso l’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni (ARAN) è stata istituita una Commissione paritetica che ha il compito di acquisire ed elaborare informazioni sugli attuali sistemi di classificazione professionale per verificare la possibilità di una loro evoluzione, nella prospettiva di dotarsi di modelli organizzativi maggiormente idonei a valorizzare le competenze professionali e ad assicurare una migliore gestione dei processi lavorativi (art. 12).

L’Ordine degli Psicologi del Lazio auspica che tale attività possa essere un primo passo in direzione di un’adeguata valorizzazione del contributo della funzione psicologica presso tutte le amministrazioni del Comparto delle Funzioni Centrali.

Anche per questo ha ritenuto opportuno invitare il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi ad attivarsi con l’ARAN per rappresentare adeguatamente le istanze della categoria professionale, vigilando a garanzia di una classificazione idonea del personale e di un giusto riconoscimento dei professionisti attualmente inquadrati come funzionari sanitari psicologi nelle amministrazioni del Comparto delle Funzioni Centrali.


Photo credits: Designed by mindandi / Freepik