Ufficio stampa

Salute: #VoltaPagina, oltre 600 mila visualizzazioni per Campagna psicologi

I video conquistano la rete con l'arma dell'ironia

Roma, 2 dic. (AdnKronos Salute) – Conquista la rete con l’arma dell’ironia #VoltaPagina, la video-campagna di sensibilizzazione lanciata dall’Ordine degli psicologi del Lazio per promuovere una corretta cultura psicologica. Sono oltre 600 mila le visualizzazioni, con più di 2 milioni di persone raggiunte, a oggi, giorno di presentazione dell’ultimo dei quattro mini-video satirici interpretati dall’attore comico Filippo Giardina. I video sono stati postati con cadenza settimanale sul profilo Facebook dell’Ordine e i numeri sono destinati a crescere ancora nei prossimi giorni.

      “In questo periodo di crisi e disagio sociale – evidenzia Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli psicologi del Lazio – è drammaticamente cresciuto il numero di italiani alla ricerca di forme di sostegno materiale e psicologico. Purtroppo, contestualmente, è anche aumentato il rischio, per i soggetti più vulnerabili, di affidare la propria sofferenza e irrequietezza alle ‘cure’ di figure ingenue, poco competenti o, nella peggiore delle ipotesi, di veri e propri truffatori. E’ un problema che, in quanto operatori per il benessere delle persone, ci chiama in causa direttamente e che ci ha indotto a ideare una campagna apposita”, spiega.

      Una scelta in linea con la recente sentenza del Tar, che ha stabilito che l’attività di counseling è riservata alla professione dello psicologo. “A questa esigenza fortemente avvertita – prosegue Piccinini – vanno aggiunte ovviamente la scelta particolarmente felice di utilizzare un registro ironico e la bravura di Filippo Giardina che, con umorismo e leggerezza, ha saputo tratteggiare i nostri numerosi stress quotidiani accanto ai possibili falsi rimedi e alle scorciatoie a cui siamo tentati di ricorrere”. E’ questo il senso della campagna: nella quotidianità non mancano i problemi e i motivi per sentirsi stanchi, stressati, confusi, arrabbiati. Non sempre questi stati psicofisici vanno considerati come disturbi, a volte sono una risposta ‘normale’ che la mente e l’organismo oppongono a circostanze difficili o dolorose. In queste situazioni, se si ha la percezione di non farcela ad affrontare da soli le difficoltà, è lo psicologo il professionista di riferimento.