Comunicati stampa

L’Ordine degli Psicologi del lazio respinge l’attacco dell’Ordine provinciale dei medici chirurghi ed odontoiatri di roma presentato alla Regione lazio sulle nomine di psicologi professionisti alla direzione di strutture complesse.La ‘Psicologia Clinica’ e’ della Psicologia.

Con una sentenza definitiva, il Consiglio di Stato ribadisce che la Psicologia Clinica è riservata esclusivamente agli Psicologi

L’Ordine degli Psicologi del Lazio vince un’importante battaglia a nome dell’intera comunità scientifica degli psicologi per la tutela della professione

‘Abbiamo vinto! La lunga lotta sulla Psicologia Clinica intrapresa con determinazione dal nostro Ordine è finalmente giunta al suo epilogo: ‘la psicologia clinica, in quanto specializzazione della psicologia, non può che essere riservata ai soli psicologi’.

Marialori Zaccaria, Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, commenta così la sentenza del Consiglio di Stato depositata lo scorso 23 agosto.

‘Non possiamo che esprimere la nostra più viva soddisfazione per un risultato che è stato raggiunto grazie alla grande esperienza dei legali che ci hanno sostenuto e alla tenace volontà dell’Ordine di esigere la chiarezza normativa necessaria a depotenziare ogni tentativo di ‘incursione’ da parte delle Istituzioni o dell’Ordine dei Medici in un ambito di specializzazione come quello della Psicologia Clinica di esclusiva competenza della nostra professione. Per una ‘causa giusta’, a tutela dell’intera comunità scientifica degli psicologi, abbiamo impegnato grandi energie e oggi, dopo quasi dodici anni di battaglie legali, abbiamo avuto ragione’.

La sentenza definitiva emessa dal Consiglio di Stato mette la parola fine ad una lunga querelle che ha visto contrapposte differenti interpretazioni della normativa esistente riguardo alle peculiarità dei profili formativi di medici e psicologi iniziata – com’è noto – con il Decreto del MIUR del 5 agosto 2005, sul ‘Riassetto delle scuole di specializzazione di area sanitaria’, che reinseriva la Psicologia Clinica tra gli ordinamenti didattici delle scuole di specializzazione di area medica, in contrasto con la precedente sentenza del Consiglio di Stato n. 981 del 2 marzo 2004.

L’Ordine degli Psicologi del Lazio con delibera. n. 307 del 21/11/05 avvia il ricorso avverso il suddetto Decreto nei confronti del MIUR, del Ministero della Salute, e della FNOMCeO, affidando l’incarico al Prof. Avv. Franco Gaetano Scoca.

La III sez. del TAR del Lazio, il 19 settembre 2006 riconosce che il ricorso è fondato e va accolto in quanto l’equipollenza tra medicina e psicologia può sussistere solo ed esclusivamente nella disciplina di psicoterapia.

MIUR, Ministero della Salute, e FNOMCeO con l’intervento ad adiuvandum dell’Università ‘La Sapienza’ ricorrono a loro volta in appello al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR, contro l’Ordine degli Psicologi del Lazio.
ll Consiglio di Stato (Sezione Sesta) con sentenza n. 4483/2007, dispone che l’appello è infondato ribadendo l’orientamento già manifestato nella pronuncia 2 marzo 2004 n. 981 e mettendo così la parola fine a questa vicenda. Siamo a tutt’oggi in attesa di conoscere il dispositivo della sentenza che la stessa VI Sezione del Consiglio di Stato emetterà nei confronti del CNOP.
Il testo integrale della sentenza è disponibile sul sito www.ordinepsicologilazio.it

Ufficio Stampa Francesca de Seta

ufficiostampa@ordinepsicologilazio.it