Comunicati stampa

Insieme al Comune di Roma per il benessere dei cittadini

L’Ordine degli Psicologi del Lazio ha siglato un Protocollo d’Intesa con  Roma Capitale per avviare una collaborazione finalizzata allo sviluppo di progetti e attività in favore dei dipendenti, della cittadinanza, dei territori. Il confronto sarà strutturato in un calendario di incontri che si terranno nei prossimi mesi.

“Questo accordo – spiega Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio – è un ulteriore tappa del percorso di interlocuzione istituzionale già avviato con diverse altre amministrazioni della Regione Lazio.  Si tratta di un Protocollo di start-up nella relazione istituzionale tra i due Enti che, come tale, dovrà arricchirsi in futuro di riflessioni e contenuti per giungere poi  alla definizione di una possibile mappa interventi: solo allora sarà possibile dettagliare metodologia, strumenti operativi e ipotesi di budget”.

Una delle aree d’azione elencate nel documento riguarda l’organizzazione del sistema comunale e delle persone che la abitano: “Se la macchina amministrativa funziona bene – commenta Piccinini –  riesce a produrre servizi migliori e innovazione, a tutto vantaggio dei cittadini che rappresenta e serve.  E come dimostrato più volte in passato, l’intervento psicologico all’interno di strutture complesse garantisce un sistematico abbattimento dei costi di funzionamento dell’amministrazione”.

L’iniziativa nasce dalla consapevolezza dell’importante contributo che gli psicologi possono offrire al benessere del territorio e dei cittadini.  Dalla valorizzazione delle risorse del  tessuto sociale alle tematiche dell’integrazione e della gestione del conflitto, passando per l’organizzazione delle strutture operative complesse, sono molti gli ambiti  che offrono opportunità di collaborazione.  “Il protocollo d’intesa – conclude Piccinini – intende  mettere a disposizione dei romani il capitale di competenze dei nostri professionisti. In questo senario ovviamente l’Ordine non sarà un soggetto erogatore, ma costituirà una sorta di garante tecnico-scientifico degli interventi da realizzare”.