Cure palliative e terapia del dolore

Medici e psicologi insieme per sconfiggere il dolore cronico

Firmato il Protocollo d’Intesa tra l’Ordine degli Psicologi Lazio e l’Ordine dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Roma

Medici e psicologi insieme per sconfiggere il dolore cronico

Prendendo in considerazione lo scenario attuale degli ambiti sanitari deputati al trattamento del dolore, si rileva l’applicazione di differenti interventi: da quelli farmacologici a quelli che si avvalgono di stimolatori o tecniche chirurgiche, che non sempre riescono a controllare totalmente il sintomo. Il dolore è un fenomeno complesso che riconosce alla base tanti fattori sia di tipo neurofisiologico che psicologico. Soprattutto quest’ultima componente può risentire solo limitatamente degli approcci unicamente farmacologici.

Dall’analisi della letteratura scientifica basata sulle evidenze, si riscontra la presenza di  diverse forme di terapia su base psicologica, complementari alla terapia farmacologica, volte a controllare in modo più efficace il dolore. Ad oggi, tuttavia, solo pochi centri offrono queste terapie, vista la scarsità di psicologi che lavorano in questo ambito. A distanza di sei anni dalla Legge n. 38/2010 “Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e terapia del dolore” – che tutela la persona affetta da dolore, riconoscendo sia la natura multifattoriale dell’esperienza algica sia  l’importanza del lavoro di équipe multidisciplinare, sottolineando l’importanza della dimensione psicologica -la gran parte delle sue indicazioni rimane ancora inapplicata.   

Alla luce di un’accurata indagine volta a fotografare la situazione del coinvolgimento degli psicologi nella terapia del dolore, il Gruppo di lavoro Cure palliative e terapia del dolore dell’Ordine degli Psicologi del Lazio ha promosso un Protocollo d’Intesa con la Commissione Terapia del dolore dell’Ordine dei Medici della provincia di Roma. Una collaborazione fondata sul reciproco riconoscimento dell’importanza può offrire alla Persona una più elevata qualità assistenziale e strategie terapeutiche congiunte per un migliore controllo del dolore cronico.

Lo scorso 15 aprile, il Gruppo di lavoro Cure palliative e terapia del dolore dell’Ordine degli Psicologi del Lazio – coordinato dalla Dr.ssa Monia Belletti e composto dagli psicologi Rosa Bruni, Leonilde Cigognetti, Giampiero Genovese, Carlo Piredda e Marco Tineri – e la Commissione Terapia del dolore dell’Ordine dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Roma –  sotto la responsabilità della Dr.ssa Luisa Gatta – hanno presentato un Protocollo d’Intesa che sancisce la collaborazione attuale e futura dei due Ordini per “la lotta contro il dolore”.

Il Protocollo, presentato nel corso del convegno “In-Dolore: Psicologi e Medici insieme nella gestione del dolore cronico”, è stato firmato dai corrispettivi Presidenti, il Dr. Nicola Piccinini e il Dr. Roberto Lala.

Il 15 aprile è una data importante che ufficializza la collaborazione tra medici e psicologi con un riconoscimento reciproco dell’importanza della complementarietà delle terapie psicologiche e del trattamento farmacologico.

Ad oggi il Gruppo di lavoro Cure palliative e terapia del dolore si sta impegnando a iniziare il percorso applicativo di ogni punto del Protocollo d’Intesa insieme alla Commissione Terapia del dolore. Ogni passaggio sarà condiviso dai due Ordini professionali, psicologi e medici, per perseguire obiettivi inerenti a un lavoro integrato tra le due professioni.

La sinergia tra i diversi attori coinvolti –  gli Ordini professionali con i propri iscritti, le Istituzioni, i Cittadini – sarà fondamentale per poter raggiungere l’obiettivo condiviso di migliorare la qualità assistenziale nei confronti delle persone che soffrono di dolore cronico.

La buona riuscita del convegno è stata dovuta sia ai rappresentanti delle Istituzioni che hanno partecipato mostrando interesse nei confronti del Protocollo d’Intesa e volontà a collaborare con i due Ordini, sia ai relatori che hanno portato interventi su base scientifica ad alto livello, sia al pubblico presente che ha contribuito a rendere il convegno interattivo riportando alcune criticità interessanti che sia il Gruppo di lavoro sia l’Ordine cercheranno di sviluppare attraverso feedback costruttivi, inerenti alle proprie competenze.

Si cercherà, quindi, di dare maggiore chiarezza su quali siano gli ambiti rilevanti per il trattamento del dolore cronico, partendo da quelli riconosciuti dalla Regione Lazio, e come potrebbe essere fattibile realizzare un’assistenza integrata per il trattamento del dolore cronico fondata sull’integrazione interdisciplinare.

Il Protocollo d’Intesa intende così porsi come un nuovo punto di partenza per promuovere e attuare nuove possibilità di sviluppo per il lavoro di èquipe per il trattamento del dolore cronico iniziando da medico-psicologo per il benessere del cittadino.

 

Leggi il Protocollo d'Intesa