Commissione Università Università

Diventare psicologi: una questione ancora troppo teorica

Diventare psicologi: una questione ancora troppo teorica

Il lavoro portato avanti dalla Commissione Università dell’Ordine degli Psicologi del Lazio ha riguardato, tra l’altro, il tema dell’Esame di Stato per l’Abilitazione all’Esercizio della Professione.

Questo tema è sicuramente caro a tutti coloro che alla professione vogliono accedere e che ambiscono a superare questa tappa, ma anche a coloro che alla stessa hanno già avuto modo di accedere e che incontrando i nuovi giovani colleghi si chiedono sulla base di quali competenze professionali essi siano stati valutati.

La Commissione, dopo aver esaminato il percorso fatto in passato dall’Ordine nel tentativo di rendere quanto più chiari possibili, ai commissari e ai partecipanti alla prova, gli obiettivi e i metodi dell’Esame di Stato ha individuato alcune criticità. Si potrebbe affermare che la psicologia, che nasce nella tradizione accademico – sperimentalista, ancora oggi risente di questa origine e fatica a divenire “applicata” nella sede a ciò destinata: la prova di abilitazione all’esercizio della professione. Le prove d’esame sulle quali i candidati sono chiamati a confrontarsi, sollecitano nella maggior parte dei casi lo svolgimento di un esercizio teorico teso a richiamare quanto appreso durante il corso di laurea.

Partendo da tale considerazione la Commissione Università ha avviato una stretta collaborazione con le Commissioni d’Esame al fine di definire un percorso di prove che possa valorizzare la valutazione del pensiero critico e rigoroso maturato dai candidati nel corso dell’esperienza di tirocinio volta all’acquisizione di competenze professionali. A tal proposito si ritiene utile implementare nel processo di valutazione della prova l’attenzione alla capacità individuale di scelta e di messa in atto degli interventi psicologici considerati più adeguati nei contesti rappresentati; la valutazione di tale capacità non prescinde dall’esame della  conoscenza approfondita della letteratura scientifica dei candidati, ma non si esaurisce in esso rendendo necessaria anche la lettura critica dei modelli proposti ed applicati.

Dott.ssa Patrizia Velotti

Approfondisci questi argomenti: