Edizione 2015 Innovation Label Progetti 2015

Sana-Mente

Accogliendo il bisogno espresso dai ragazzi, individuato nel piacere di condividere con i genitori, i nonni, gli amici, la scuola e la parrocchia uno "spazio aperto", è stata realizzata la loro proposta di "pedalare insieme" per mettersi in rete dentro di sé, nella città e oltre la città

Sana-Mente

L’adolescenza è il periodo evolutivo più delicato e contrastato della crescita umana. Il disagio giovanile è il prodotto della società in fase di involuzione. La gabbia sociale soffoca lo spazio del ben-essere individuale e collettivo. La famiglia, invisibile alle istituzioni, trasmette l’incertezza sul domani nell’affrontare le varie problematiche che si presentano quotidianamente. La scuola non ha la giusta dimensione socio-culturale per forzare l’isolamento delle nuove generazioni e trasmettere valori.

Accogliendo il bisogno espresso dai ragazzi, individuato nel piacere di condividere con i genitori, i nonni, gli amici, la scuola e la parrocchia uno “spazio aperto”, è stata realizzata la loro proposta di “pedalare insieme” per mettersi in rete dentro di sé, nella città e oltre la città.

Ciò è stato realizzato con le famiglie e i ragazzi creando percorsi salutari alternativi all’isolamento, alla sedentarietà e alle dipendenze attraverso la collaborazione degli stakeholders territoriali e della popolazione, ASL Latina, Comune, Polizia Municipale, Sistema Bibliotecario, istituto Omnicomprensivo, Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta, RSA Domus Aurea, famiglie, parrocchie, lavoratori del paese, volontari e tirocinanti. Si sono create opportunità, occasioni e spazi di relazione tra nonni, genitori e figli in un contesto sociale motivato e partecipe. È stata riscoperta la solidarietà in un contesto di auto-aiuto tra salute e malattia. È stato promosso il cambiamento culturale della popolazione percorrendo in bicicletta un tratto della via Francigena, per scoprire nuovi ed antiche percorsi tra le risorse storiche (terme di Nerone) e salutari del territorio (Terme di Suio). E’ stato condiviso l’impegno per costruire una città sana.

Il progetto è stato realizzato senza risorse aggiuntive, cioè con isorisorse per quanto riguarda enti, istituzioni e volontariato. Pertanto, il livello di sostenibilità è da ritenersi alto. La possibilità di continuità del progetto si basa unicamente sull’impegno degli stakeholders e della popolazione. Tale coinvolgimento ha suscitato nell’immediato sentimenti di solidarietà e, in prospettiva, desiderio di riproducibilità locale. Sono state poste le basi di una fattiva e perdurante collaborazione tra stakeholders territoriali e popolazione.

Un progetto di Genoveffa Forte, Antonio Graziano e Anna Maria Aversa per ASL LATINA.

Come si vota il progetto e quando ci sarà la premiazione?

Autori

Genoveffa Forte

Contatti