Edizione 2015 Innovation Label Progetti 2015

Prevenzione e controllo del Mobbing (SIAE)

La cultura del benessere organizzativo ed un controllo vero della qualità del lavoro, consentono ad ogni istituzione pubblica o privata, ad ogni azienda di migliorare la propria efficienza operativa offrendo maggiori soddisfazioni al personale permettendo, inoltre, una limitazione all’espandersi di situazioni meramente clientelari ed assolutamente non meritocratiche.

Prevenzione e controllo del Mobbing (SIAE)

La creazione di un nuovo Servizio rivolto al controllo del problema del Mobbing, all’interno degli Enti Pubblici e (su ampliamento) anche all’esterno (qualora si voglia offrire il servizio anche ad altro Ente, a società controllata), è volta a prevenire quello stato di disagio psichico che oltre ad influire sulla salute e sulla produttività del lavoratore dipendente, sta sfociando in numerose controversie di lavoro, in quasi tutti i tribunali del nostro paese. Tali contenziosi sono molto onerosi (per le amministrazioni pubbliche coinvolte) sia per le spese legali sostenute, che per i risarcimenti danni dovute alle vittime per lesioni originate nel luogo di lavoro.

La cultura del benessere organizzativo ed un controllo vero della qualità del lavoro, consentono ad ogni istituzione pubblica o privata, ad ogni azienda di migliorare la propria efficienza operativa offrendo maggiori soddisfazioni al personale permettendo, inoltre, una limitazione all’espandersi di situazioni meramente clientelari ed assolutamente non meritocratiche.

Rilevare l’interazione tra lavoratore dipendente e dirigente dovrebbe, innanzitutto, consentire la comprensione di questo tipo particolare di relazione conflittuale, mettendo a punto strumenti efficaci, ponendo premesse per una vita professionale equilibrata e positiva, connotata da un clima soddisfacente e motivante, nonché da regole chiare e condivise, restituendo ad una più appropriata dimensione organizzativa una serie di problematiche confinate al mondo del singolo individuo (lavoratore dipendente).

Quanto sopra, è stato già sperimentato in alcune grandi aziende, ed è corredato da un questionario (anonimo) e da colloqui specifici, la cui raccolta potrebbe portare anche ad una pubblicazione finale da proporre all’esterno, con tutti gli obiettivi raggiunti, con un positivo ritorno d’immagine per l’Azienda o istituzione.

Non si deve oggi dimenticare che il “mobbing” da problema sociale si è trasformato in tutti i paesi industrializzati in una “vera malattia” che miete migliaia di vittime.

Un progetto di Maura Livoli e A. Fronzoni.

Come si vota il progetto e quando ci sarà la premiazione?

Autori

Maura Livoli

Contatti