Edizione 2015 Innovation Label Progetti 2015

Labiopalatoschisi e Immagine corporea

Questo studio preliminare analizza la percezione dell’immagine corporea nei bambini affetti da labiopalatoschisi monolaterale sinistra, prima e dopo l’intervento chirurgico, per verificare se ci sia o meno un cambiamento nella rappresentazione soggettiva della parte del corpo operata

Labiopalatoschisi e Immagine corporea

Questo studio preliminare analizza la percezione dell’immagine corporea nei bambini affetti da labiopalatoschisi monolaterale sinistra, prima e dopo l’intervento chirurgico, per verificare se ci sia o meno un cambiamento nella rappresentazione soggettiva della parte del corpo operata. L’indagine è stata svolta su un gruppo di 45 bambini di nazionalità italiana (dai 5 anni ai 16 anni- 3 adolescenti per ogni gruppo), reperito presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, presso la scuola elementare e materna delle Suore Oblate del Bambino Gesù di Roma e presso la Ludoteca “Pozzo dei desideri” di Lanciano.

Il disegno di ricerca ha comportato la presenza di tre gruppi, ognuno omogeneo per età e per sesso: un gruppo sperimentale analizzato nel reparto di Chirurgia Plastica, un gruppo di controllo composto da bambini con patologie varie, analizzati nel reparto di Chirurgia Generale ed, infine, un gruppo di controllo composto da bambini di una scuola elementare e frequentanti una Ludoteca. I tests di valutazione sono stati somministrati prima e cinque giorni dopo l’intervento e hanno riguardato la valutazione della percezione corporea (Body Perception Scale) il grado di accettazione del corpo (Body Cathexis Scale) e il come si disegnava la propria figura umana (Test della figura umana di Machover). Dall’analisi dei dati sulle variabili del Body Perception, è emerso che il gruppo sperimentale sentisse di più la parte inferiore del viso rispetto al gruppo con altre patologie e, rispetto al secondo gruppo di controllo, sentisse meno la parte anteriore del corpo. Per quanto riguarda il Body Cathexis, il gruppo sperimentale riportava una differenza tendenzialmente significativa perché vicina al valore convenzionale. Dall’analisi del test di Machover per variabili dicotomiche riguardanti la presenza e l’assenza di specifiche parti del corpo, è emerso che, i bambini con LPS nel post-test , si disegnano senza gambe con più frequenza rispetto agli altri gruppi.

Un progetto di Patricia Bacchini.

Come si vota il progetto e quando ci sarà la premiazione?

Autori

Patricia Bacchini

Contatti