Edizione 2015 Innovation Label Progetti 2015

Centro di Laboratori Integrati per la riabilitazione psicosociale per disabili in età evolutiva

Il progetto I.RI.D.A.E. è stato così denominato perché si propone obiettivi generali d’Integrazione e RIabilitazione per i Disabili, per lo sviluppo dei livelli di Autonomia ed Evoluzione personale. I suddetti obiettivi (generali e specifici) sono ottenuti con un team interdisciplinare attraverso le attività dei laboratori ludico-educativi

Centro di Laboratori Integrati per la riabilitazione psicosociale per disabili in età evolutiva

OBIETTIVI

Il progetto I.RI.D.A.E. è stato così denominato perché si propone obiettivi generali d’Integrazione e RIabilitazione per i Disabili [1], per lo sviluppo dei livelli di Autonomia ed Evoluzione personale.

Perciò, si vogliono conseguire obiettivi specifici quali:

  1. Accogliere la persona nella sua complessità;
  2. Promuovere l’autonomia personale, relazionale e sociale del soggetto in misura delle sue risorse;
  3. Definire le potenzialità e le aree d’apprendimento per i soggetti in età evolutiva;
  4. Sostenere, orientare ed arricchire le competenze emotive/affettive/relazionali, cognitive e sociali;
  5. Realizzare esperienze dove le differenze individuali concorrano alla creazione del senso d’autostima e perciò possano essere accettate e valorizzate;
  6. Strutturare percorsi formativi /educativi e relazionali di tipo espressivo, ludico – ricreativo e di socializzazione;
  7. Promuovere un’ecologia coerente ed integrata fra i vari sistemi cui il soggetto appartiene (famiglia nucleare ed estesa, scuola, amici, tempo libero, ecc.);
  8. Promuovere la partecipazione dei genitori e della famiglia al progetto educativo/riabilitativo connotandolo come una parte significativa ma non esaustiva del più complessivo progetto di vita.

METODOLOGIA

I suddetti obiettivi (generali e specifici) sono ottenuti con un team interdisciplinare di psicologi, musico terapisti, operatori sociali, operatori della Lingua Italiana dei Segni, Assistenti Educativo Culturali, attraverso le attività dei laboratori ludico-educativi. La formazione e supervisione del personale seguono l’approccio sistemico – relazionale ed i relativi contenuti psicopedagogici [2]. Altri autori cui ci si ispira sono: Jean Piaget e Maria Montessori. Salvador Minuchin e gli altri pionieri della terapia familiare sono i riferimenti per il counselling psicopedagogico genitoriale [3].

I LABORATORI : “Aquilone & Bussola” – “Stella Polare”

Situati nel VII Municipio del Comune di Roma, nei locali della “CECILIA”- Società Cooperativa Sociale ONLUS in via Lucio Calpurnio Bibulo, 69/71/73.

Lo spazio è suddiviso in quattro aree laboratorio ed un’area ufficio/riunioni.

  1. Laboratorio psicomotricità e musicoterapia (area sensomotoria e pre-operativa, autonomia personale e di relazione)
  2. Laboratorio grafico-pittorico, arte terapeutico e creativo (area simbolico/rappresentativa)
  3. Laboratorio linguistico, didattica multimediale (area simbolico/rappresentativa e astratta)
  4. Laboratorio di stimolazione senso-motoria con la sand therapy e lo strumentario musicale Orff
  5. Area ufficio/riunioni per il lavoro di documentazione, formazione, programmazione,verifiche, riunioni,colloqui.

IL SERVIZIO

Prevede Piani d’Intervento Personalizzati a costi equivalenti a quelli di un servizio privato-sociale di assistenza alla persona.

[1] Categorie diagnostiche: Ritardi generalizzati dello sviluppo, Disturbi dello Spettro Autistico, Sindrome Down e altre di origine genetica, congenita, da trauma perinatale, ipovedenti, non vedenti.

[2] BRONFENBRENNER U.(1986), Ecologia dello sviluppo umano, Il Mulino, Bologna.

[3] PIAGET J., INHELDER B. (1970), La psicologia del bambino, Einaudi, Torino.

VYGOTSKIJ L.S. (1973), Lo sviluppo psichico del bambino, Editori Riuniti, Roma.

UGAZIO V., (a cura di) 1990, Manuale di psicologia educativa, Franco Angeli, Milano.

Un progetto di Maria Grazia Natalina Letizia per “Cecilia” Soc. Coop. Sociale ONLUS.

Come si vota il progetto e quando ci sarà la premiazione?

Autori

Maria Grazia Natalina Letizia

Contatti