Edizione 2015 Innovation Label Progetti 2015

Centro di Ascolto ANEMONE

Il Centro di Ascolto è un intervento offerto a tutte quelle persone che entrano nel circuito giudiziario a causa di problematiche legate a conflitti e/o violenze e necessitano di uno spazio dove possono trovare informazione, orientamento e supporto psicologico per una presa in carico globale della persona nel rispetto dei suoi diritti e del suo benessere psicofisico

Centro di Ascolto ANEMONE

Il Centro di Ascolto è un intervento offerto a tutte quelle persone che entrano nel circuito giudiziario a causa di problematiche legate a conflitti e/o violenze e necessitano di uno spazio dove possono trovare informazione, orientamento e supporto psicologico per una presa in carico globale della persona nel rispetto dei suoi diritti e del suo benessere psicofisico. Capita ormai sempre più spesso che le persone si rivolgano alle Istituzioni per trovare una protezione da situazioni esterne pericolose. Tra le più comuni ricordiamo: il mobbing; lo stalking; il maltrattamento intrafamiliare e/o violenza all’infanzia, le separazioni conflittuali.

Sono situazioni che richiedono un complesso e delicato lavoro di concentrazione tra le varie istituzioni coinvolte (Forze dell’Ordine, Tribunale civile, per i minorenni e penali, consulenti tecnici CTU/CTP, servizi territoriali) al fine di arginare e contenere le spinte distruttive determinate dalla crisi e offrire un riferimento coerente e stabile ai minori coinvolti.

Alla luce di queste riflessioni il Centro di Ascolto si pone come obbiettivo primario la prevenzione del disagio psicologico e la tutela del benessere delle persone inserite in un iter giudiziario attraverso una consulenza psicolegale. Il servizio inoltre si pone come uno spazio in cui possono confluire professionalità sempre più specialistiche e collaborazioni.

Obiettivi e finalità:

Nei confronti dei genitori si privilegia la gestione e risoluzione dei problemi/conflitti, il potenziamento delle capacità genitoriali e delle abilità comunicativo-relazionali con i figli; nei confronti degli Avvocati e addetti ai lavori (psicologi, insegnanti, educatori, ecc..) si privilegia l’approfondimento interdisciplinare e il sostegno-contenimento della relazione con l’assistito.

Interventi:

  • Attività di ascolto, informazione ed orientamento;
  • Attività di consulenza specifica;
  • Attività seminariali.

Un progetto di Chiara Iannello e Eleonora Clemente.

Come si vota il progetto e quando ci sarà la premiazione?

Autori

Chiara Iannello

Contatti