Innovation Lab Progetti 2016

VelaMente?! – Valutazione di un intervento riabilitativo di velaterapia per persone con grave disabilità psicosociale

di Federica Sancassiani

VelaMente?! – Valutazione di un intervento riabilitativo di velaterapia per persone con grave disabilità psicosociale

Introduzione.

Il costante aumento della domanda di salute mentale introduce problemi ad alta complessità che richiedono l’adeguamento ed il potenziamento della rete dei servizi per far fronte a bisogni emergenti di miglioramento della qualità della vita e del benessere degli utenti e delle loro famiglie. A questo proposito, si rende necessaria una metodologia di lavoro di tipo integrato, mirata a comuni obiettivi di qualità, in cui possano realizzarsi sinergie virtuose tra le università, i servizi di salute mentale del SSN e le associazioni territoriali. L’attività fisica e lo sport si sono dimostrati efficaci per il miglioramento dei sintomi psicopatologici, della qualità della vita e di altri indicatori di salute nelle persone con gravi disabilità psicosociali. Per queste ragioni, il Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina Clinica e Molecolare dell’Università di Cagliari, in collaborazione con l’associazione Scuola Italia in Vela e due servizi di salute mentale, a seguito di un finanziamento della Fondazione di Sardegna, ha ideato e implementato il progetto VelaMente?!, destinato a utenti con gravi disabilità psicosociali afferenti a due servizi di salute mentale operanti in Sardegna, con i seguenti obiettivi: 1) valutare gli effetti di un corso strutturato di vela in equipaggio su a) autoefficacia; b) qualità della vita; c) senso di coerenza; d) funzionamento sociale; e) gravità della psicopatologia; f) funzionamento globale; g) disregolazione dei bioritmi, e 2) valutare il livello di soddisfazione dei partecipanti rispetto al progetto.

Metodi.

Il progetto si è incentrato su uno studio randomizzato-controllato di tipo “cross over” con lista d’attesa. Il trial ha coinvolto 51 persone con grave disabilità psicosociale che hanno partecipato a un corso strutturato di vela in equipaggio della durata di tre mesi con frequenza settimanale, per un totale di 12 lezioni della durata di circa 4 ore ciascuna. A seguito della randomizzazione, il gruppo A ha iniziato il corso di vela subito dopo la valutazione pre-intervento. Durante questi 3 mesi, il gruppo B ha seguito i trattamenti abituali erogati nei servizi di afferenza stando in lista d’attesa, per poi iniziare il corso di vela al termine del gruppo A. Prima e dopo l’intervento, la valutazione è stata effettuata attraverso una batteria di questionari self-report (GSES per l’autoefficacia; SF-12 per la qualità della vita; SOC per il senso di coerenza) e di scale di valutazione clinica (HoNOS per la funzionalità sociale; CGI per la gravità della psicopatologia; GAF per la funzionalità globale; BRIAN per la disregolazione dei bioritmi) su tutti i partecipanti. Al termine dell’intervento, i partecipanti hanno compilato un questionario costruito ad hoc per rilevare il loro livello di soddisfazione. Risultati. Dopo l’intervento, i risultati indicano effetti positivi del corso di vela sul funzionamento sociale, specie sui problemi dovuti ai sintomi psicopatologici, e sull’autoefficacia. Inoltre, i partecipanti hanno espresso un alto livello di soddisfazione riguardo il progetto e l’intervento.

Conclusioni.

Per ciò che riguarda la sperimentazione, un intervento riabilitativo incentrato su un corso di vela in equipaggio si è dimostrato di alto gradimento da parte dei partecipanti e più efficace, rispetto a quelli abitualmente erogati nei servizi, a migliorare alcuni indicatori di salute psicosociale. Per quel che riguarda l’intero progetto, la proficua collaborazione tra tutti i promotori (Università, servizi di salute mentale, associazione sportiva. onlus) coinvolti nel progetto ha permesso la realizzazione di un intervento di riabilitazione psicosociale fortemente orientato alla ricerca valutativa di esito che ha contribuito a garantire la qualità dello stesso e l’apprezzamento da parte dei partecipanti.

 

Se ti è piaciuto il progetto metti “Mi piace”

Autori

Federica Sancassiani

Contatti