Innovation Lab Progetti 2016

SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO PSICOLOGICO – SPSP

a cura di Roberta Bucci

SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO PSICOLOGICO – SPSP

Il Servizio di Primo Soccorso Psicologico (SPSP) è un servizio gratuito progettato nel 2012 e aperto al pubblico dal settembre del 2013.
Nasce dall’esigenza di fornire nella città di Roma una risposta solidale ed immediata al disagio psicologico nelle sue acuzie. La prima richiesta di aiuto è la condizione più difficile da sostenere per una persona che presenta un malessere psicologico poiché molte volte non sa perché sta male, non sa a chi rivolgersi e sperimenta un insieme di emozioni negative riguardo alla propria percezione di Sé. La crisi economica in cui viviamo risulta essere un ulteriore ostacolo alla richiesta di aiuto.
La possibilità di avere uno spazio di accoglienza gratuita in cui vi è, fin dall’insorgenza dei primi sintomi clinici, un operatore che soccorre, accoglie, sostiene e contiene l’esordio psicopatologico, consente al paziente di poter iniziare un’elaborazione ricostruttiva di un’esperienza dolorosa e discrepante rispetto al proprio senso di Sé.
Il Primo Soccorso Psicologico è una risposta di prevenzione secondaria alla cronicizzazione della sofferenza psichica in una molteplicità di situazioni cliniche, esistenziali e sociali: attacchi di panico, crisi acute d’ansia, depressione, crisi matrimoniali, perdite di lavoro, disturbi dell’alimentazione, dipendenze da sostanza, crisi adolescenziali, ecc. Nel momento in cui la persona percepisce la rottura interna del suo equilibrio emotivo è fondamentale poter accedere ad un servizio che svolga la funzione di una “base sicura”.
Oltre all’accoglienza telefonica sono previsti due successivi incontri gratuiti (su appuntamento) in cui verrà svolto un assessment del caso con una prima riformulazione del problema, momento in cui il paziente prende consapevolezza del proprio disagio.
Il servizio, attraverso l’attività di volontariato di esperti psicoterapeuti, dal 2013 è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 20.00 con una reperibilità telefonica notturna fino alle ore 24.00 e il sabato e la domenica è attivo dalle ore 9.00 alle ore 20.00.

Il nostro servizio rappresenta un modello di intervento innovativo in base ai seguenti aspetti:

• Intervento tempestivo sulla “crisi”: l’accoglienza telefonica da parte di uno psicoterapeuta e l’appuntamento fissato entro 48 ore, aiuta a contenere l’esordio psicopatologico e rappresenta una novità rispetto alla lunga attesa di un primo colloquio psicologico a cui la persona è spesso costretta nelle strutture pubbliche.
Il paziente riceve fin da subito un aiuto SPECIALISTICO, QUALIFICATO, COMPETENTE e PERSONALIZZATO. Tale sostegno ha come obiettivo principale la riduzione dell’arousal e la creazione di un ambiente percepito come sicuro;

•L’SPSP rappresenta un Fattore di Protezione: offre accoglienza immediata, sostegno psicologico fornendo un significato adattivo alla sofferenza.
Ed è un Tutore di Resilienza: garantisce la gratuità del servizio, l’accettazione incondizionata della persona e l’attivazione di risorse sociali: livello primario- famiglia attuale e di origine- secondario- amici, colleghi- e terziario – operatori- individuando sul territorio quelle strutture idonee per una corretta gestione della presa in carico del paziente. (SPSP come “Ponte” tra il paziente e la struttura sanitaria pubblica). Infine vengono attivate strategie di coping, intervenendo sulle risorse psicologiche personali.

• Obiettivi a lungo termine:

1. riduzione dei costi economici (della spesa sanitaria, ma non solo) nell’ambito del territorio romano. Un efficace sostegno psicosociale è uno dei fattori di protezione contro lo sviluppo di disturbi psicopatologici a lungo termine (OMS Action Plan 2013-2020).

2. Attivare sportelli SPSP all’interno dei Pronto Soccorsi Ospedalieri, iniziando da quelli romani ed estendendo il progetto in una fase successiva anche sul territorio nazionale.

 

Se ti è piaciuto il progetto metti “Mi piace”

Autori

Roberta Bucci

Contatti