Innovation Lab Progetti 2016

Messaggio in una Bottiglia

a cura di Roberto Rossi

Messaggio in una Bottiglia

La Regione Lazio, ha finanziato il Progetto “Messaggio in una Bottiglia” (MIB) nel contesto dell’Avviso pubblico: “progetti di rilevante interesse sociale” dell’assessorato “politiche sociali, autonomie sicurezza e sport” di cui alla DGR. DEL 27-5-14. Il Progetto pone obiettivi finalizzati al superamento dei fattori di disagio psicosociale, realizzando interventi congiunti nelle carceri e nelle scuole, finalizzati allo sviluppo delle attività riabilitative ed all’educazione alla legalità. Gli utenti del progetto sono i pazienti detenuti con problematiche psichiatriche, abusatori di sostanze e studenti ed insegnanti delle scuole medie del territorio dove è situato il carcere.

Il Progetto “Messaggio in una Bottiglia” ha rappresentato la possibilità di potenziare tale embrione di intervento consentendo l’entrata di professionalità non sanitarie che nel processo riabilitativo rivestono un ruolo funzionale pedagogico che l’operatore sanitario non può improvvisare.

L’impatto sociale della realizzazione del progetto è stato rappresentato dalla possibilità di implementare laboratori di terapia occupazionale e strutturare al meglio l’organizzazione dell’équipe. Inoltre, è stato possibile acquisire all’interno del medium poli – istituzionale una posizione di maggiore considerazione in ragione della fattività dell’intervento realizzato, con conseguente maggior consenso e possibilità che le istanze socio riabilitative siano recepite da un’istituzione come quella Carceraria.

Tali utenti saranno coinvolti attivamente nella promozione del proprio benessere sociale, attraverso:
1. Da parte dei detenuti pazienti, l’assunzione di un ruolo attivo di proposizione della propria immagine, rappresentando il proprio disagio e nello stesso tempo proponendo all’esterno le esperienze di affrontamento dell’emarginazione.
2. I docenti vengono ad assumere un ruolo attivo e propositivo in un contesto formativo che li pone come attori principali nell’individuazione precoce dei comportamenti a rischio e nella possibilità di rappresentare punti di riferimento per l’invio alle strutture territoriali adeguate.

Le attività svolte nel progetto sono predisposte in modo da essere riproducibili in altre Istituzioni Carcerarie e scuole Medie, attraverso la disseminazione dei risultati prevista nel piano operativo. Inoltre sono previste attività di ricerca clinica sull’efficacia degli interventi che può utilizzare il flusso dei dati registrati durante lo svolgimento del progetto.

 

Se ti è piaciuto il progetto metti “Mi piace”

Autori

Roberto Rossi

Contatti