Idee 2016 Innovation Lab

Mangio bene, cresco meglio. Promozione del benessere alimentare

a cura di Daniela Stuto in collaborazione con altri Professionisti

Mangio bene, cresco meglio. Promozione del benessere alimentare

Il cibo è da sempre considerato una risorsa vitale e fonte di sostentamento per una crescita sana ed equilibrata dell’essere umano; nutrire e nutrirsi equivale ad un gesto d’attenzione e d’amore che un individuo fa verso l’altro o nei propri confronti. E’ proprio attraverso questo bisogno, che si instaura il primo contatto tra il neonato e sua madre che rappresenterà per buona parte della sua crescita un filtro tra gli stimoli dell’ambiente esterno e le sue esigenze.
Il cibo rappresenta non solo una risposta ad un bisogno fisiologico, nutrirsi, ma acquisisce una connotazione strettamente legata ai bisogni relazionali e comunicativi dell’individuo. Ma negli ultimi decenni il cibo sta divenendo fonte d preoccupazione per molti Paesi europei, compresa l’Italia.
Il sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE, promosso dal Ministero della Salute – CCM (Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie), coordinato dall’ Istituto superiore di sanità, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, le Regioni e le Aziende Sanitarie Locali, fornisce il quadro epidemiologico aggiornato della distribuzione dell’eccesso ponderale e dei comportamenti a rischio nei bambini della scuola primaria; In Italia, il 22,1% dei bambini valutati è risultato in sovrappeso e il 10,2% in condizioni di obesità e solo 1 bambino su 10 è solito praticare un’adeguata attività fisica
Nel periodo in cui viviamo dove la rapidità e la ricerca continua di andare oltre i tempi previsti dal ciclo naturale delle cose, hanno preso il sopravvento sulla tradizione e sul rispetto dell’ambiente diviene indispensabile comunicare ed educare i genitori e i bambini ad una corretta alimentazione, al fine di favorire un benessere non solo individuale ma anche collettivo.
Come dare una corretta educazione alimentare ai propri figli? Nulla, a tavola, è più valido del buon esempio. “La famiglia è una microsocietà; se chi mette le regole è il primo a non rispettarle è ovvio che chi sta sotto di lui le ignori, e questo è tanto più valido quando si tratta di bambini.
La psicologia è anche scienza del comportamento e delle sue determinanti, e come tale può Contributo fondamentale se pensiamo che secondo i Centers for Disease Control and Prevention lo stato di salute delle persone sarebbe condizionato per il 50% dai loro comportamenti e dal loro stile di vita. Molto meno importanti gli altri fattori: fattori ambientali (20%), fattori genetici (20%), assistenza sanitaria (10%).
Questo progetto si propone di effettuare, valutandone l’efficacia, un intervento psico-educativo multidisciplinare che possa fornire ai bambini delle scuole primarie e ai loro genitori, gli strumenti utili al raggiungimento di uno stile di vita corretto sia sotto l’aspetto nutrizionale che sotto il profilo di un rapporto equilibrato col cibo e le sue connotazioni emotive. Gli interventi, rivolti in particolare ai bambini e agli adolescenti, sono da realizzarsi in sinergia con tutte le agenzie che si occupano di infanzia e di adolescenza, prime tra tutte la famiglia e la scuola, insieme a coloro che, a vario titolo, si occupano di salute, alimentazione, attività motoria e comunicazione. Genitori, insegnanti e, in generale, quanti sono responsabili della crescita e della salute dei bambini, rappresentano, infatti, un modello di apprendimento di comportamenti alimentari corretti e di uno stile di vita attivo. In tal senso si prefiggono le seguenti finalità: sviluppo di alleanze tra scuola, sanità, famiglia e comunità locale e organizzazione e valorizzazione dell’ambiente scolastico per una concreta promozione della salute.
Gli interventi fortemente efficaci combinano azioni di educazione alimentare con attività orientate alla promozione dell’attività motoria, attraverso un approccio multicomponente

 

Se ti è piaciuta l’idea metti “Mi piace”

Autori

Daniela Stuto

Contatti