Idee 2016 Innovation Lab

Guidonia Mont… a in bike!

a cura di Andrea Sacchetti in collaborazione con altri Professionisti

Guidonia Mont… a in bike!

“Guidonia Mont… a in bike!” è un progetto che nasce con l’intento di migliorare la mobilità del Comune di Guidonia Montecelio.
L’analisi del territorio e delle problematiche che emergono hanno evidenziato come nel Comune sia presente una difficoltà negli spostamenti intracomunali e per questo si ricorra a mezzi a mobilità veloce come l’automobile.
Per superare questa difficoltà il progetto nasce con l’idea di proporre al Comune la creazione di un’infrastruttura ciclabile con lo scopo, non solo di permettere alla popolazione di facilitare gli spostamenti, ma anche per sensibilizzare riguardo le tematiche ambientali ed ecologiche.
Per rendere la popolazione attiva e far sì che questo progetto sia partecipato e vissuto dall’intera cittadinanza, accanto alla realizzazione di questa infrastruttura si è pensato di proporre attività promozionali ed informative che mettano in risalto i benefici che la bicicletta produce per i cittadini e per l’ambiente.
Da qui nasce l’idea di realizzare un Festival multidisciplinare, nel quale la psicologia possa farsi portavoce del benessere. Il Festival sarà un evento centrato sulle tematiche ambientali e ciclabili, in grado di poter richiamare a sé il maggior numero possibile di cittadini attraverso attività ludiche, sportive, ed informative; in grado di valorizzare anche le attività culturali e commerciali locali. Vi saranno varie aree dalle più pratiche, come ad esempio quelle riguardanti la manutenzione della bicicletta, a quelle più concettuali come le tavole rotonde, pensate come momenti di incontro e di scambio in un dibattito tra istituzioni e cittadini.
Il Festival non vuole solo esporre e sensibilizzare, ma vuole anche dimostrare come sia possibile organizzare un evento a basso impatto ambientale. La scelta di rispettare l’ambiente può essere rivista nella tipologia dell’impianto elettrico, nella carta e nelle stoviglie utilizzate.
L’obiettivo è coinvolgere i cittadini al fine di osservare come la mobilità ciclabile produca effetti benefici al corpo, alla mente e all’ambiente. Lo psicologo si troverà ad essere prima di tutto un buon comunicatore, coinvolto nella gestione dei rapporti tra le istituzioni profit e no profit partecipanti al Festival. Sarà inoltre mediatore, per quel che riguarda la presentazione del percorso ciclabile in Comune. Non ultimo avrà un ruolo chiave nella selezione delle tematiche delle tavole rotonde all’interno dell’evento e nella gestione del dibattito. Uscendo fuori dalla più classica immagine dello psicologo, quest’ultimo sarà invece promotore, dentro la cittadinanza, del benessere in senso ampio, dall’ambiente all’individuo.
La valutazione del progetto sarà effettuata tramite la somministrazione di un test semi-strutturato costruito ad hoc, reiterato a distanza di tempo.
Forza di questo progetto è la sua volontà di ascoltare le richieste provenienti dal territorio e poter offrire un’alternativa, attraverso la costruzione di un percorso infrastrutturale, in grado di fornire un servizio all’oggi non esistente, e attraverso la costruzione di un evento che sarà un percorso di crescita e conoscenza. Partendo da quello che poteva sembrare solo un limite, si è giunti a costruire un cammino più ampio nel quale il cittadino è immerso e può essere sensibilizzato a tematiche, sempre più attuali, per la salvaguardia dell’ambiente.

 

Se ti è piaciuta l’idea metti “Mi piace”

Autori

Andrea Sacchetti

Contatti