Idee 2016 Innovation Lab

Arrampicando: esplorare il Territorio per scoprire Relazioni

di Giovanni Maria Crescenzi

Arrampicando: esplorare il Territorio per scoprire Relazioni

Il Progetto consiste nella formazione di piccoli gruppi sportivi centrati sulle attività di Escursionismo ed Arrampicata Sportiva. I partecipanti saranno ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 17 anni. Di ogni gruppo faranno parte ragazzi segnalati dai Servizi Sociali per Minori del Territorio, ragazzi inviati dall’USSM e ragazzi del Territorio che ne faranno richiesta in maniera autonoma.

Oltre allo svolgimento dell’attività sportiva, i ragazzi saranno impegnati nella pulizia dei sentieri e nella messa in sicurezza dei percorsi di arrampicata.

Nel trasportare i ragazzi dalle abitazioni alle zone dove si svolgeranno le attività (percorsi naturalistici e falesie dislocati nella regione Lazio) saranno coinvolte le famiglie.
Il progetto sarà testato prendendo come zona di riferimento un comune della Provincia Nord di Roma.
Il Progetto vuole sfruttare le dinamiche che si instaurano in un contesto sportivo (in particolar modo nell’Arrampicata) per intervenire nei percorsi di recupero e prevenzione di ragazzi devianti o a rischio devianza. Inoltre, la realizzazione del Progetto è pensata come pretesto per intervenire nella comunicazione tra, e con, i vari soggetti interessati (Servizi per Minori, USSM, Famiglie, Ragazzi, Privato Sociale, Sponsor).

Il Progetto proposto si fonda sulle domande (esplicite e non) dei diversi soggetti (Servizi per Minori, USSM, Famiglie, Ragazzi); al di là delle considerazioni che si possono trovare in letteratura (sull’adolescenza , sulle risorse e sulle dinamiche inerenti i Servizi Sociali, etc.) le domande sono state rilevate attraverso collaborazioni e confronti su diversi interventi.

Le attività che si verranno a strutturare, non solo sono un tentativo di risposta alle domande dei singoli, ma soprattutto convergono nell’obiettivo di fondo di Sviluppare il Territorio.
Definendo il Territorio come un contesto di convivenza e confronto tra i diversi interlocutori, ne mettiamo in risalto la parte strutturante delle Relazioni tra i diversi soggetti. Lo Sviluppo del Territorio passa quindi attraverso un intervento sulle Relazioni.
Nella strutturazione e realizzazione del Progetto in esame, lo psicologo è chiamato a declinare la propria competenza su più fronti: analizzare le domande dei singoli Soggetti, rilevare le risorse proprie e del contesto, stimolare relazioni tra le diverse parti in causa, proporre interventi verificabili e nel tempo sostenibili.

Il Progetto mira alla creazione ed al rafforzamento di una Rete di relazioni tale da aiutare i singoli interlocutori a percepirsi come appartenenti ad un Territorio in grado sia di Riconoscere le proprie esigenze sia di fornire possibilità di Sviluppo. questo scopo è la diretta conseguenza di un Territorio inteso nei suoi aspetti di convivenza e confronto tra i vari interlocutori.

 

Se ti è piaciuta l’idea metti “Mi piace”

Autori

Giovanni Maria Crescenzi

Contatti