Ordine degli Psicologi del Lazio - il portale dello Psicologo

Logo stampa
Ordine degli Psicologi del Lazio - Home Page
 
 

Area iscritti

Informazioni generali

L'istituzione della graduatoria degli Psicologi ambulatoriali è frutto dell'Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i Biologi, i Chimici e gli Psicologi ambulatoriali ai sensi del D.lgs. 509/92.

Il professionista che aspiri a svolgere la propria attività professionale nell'ambito delle strutture del SSN, in qualità di sostituto o incaricato, deve inoltrare, entro e non oltre il 31 gennaio di ciascun anno - a mezzo raccomandata A/R al competente ufficio del Comitato zonale nel cui territorio di competenza aspiri ad ottenere l'incarico - apposita domanda, resa disponibile su questo sito di norma dal 1 al 31 gennaio di ogni anno. I richiedenti devono attenersi esclusivamente alla compilazione dei campi predisposti sul modulo di domanda, il C.V. può essere inviato solo ad integrazione della domanda stessa.

E' possibile fare domanda anche in più province.

Sulla domanda è necessario apporre una marca da bollo da 16,00 euro.

E' necessario allegare la fotocopia del documento di identità in corso di validità.

E' possibile presentare domanda nelle discipline di Psicologia e Psicoterapia.

I requisiti di accesso, previsti dall'Accordo collettivo Nazionale quadriennio normativo 2006-2009, biennio economico 2006-2007 sono:

1) iscrizione all'albo professionale

2) diploma di laurea in psicologia

3) titolo di specializzazione (diploma di specializzazione rilasciato dalle scuole universitarie o dagli istituti privati riconosciuti ai sensi degli articoli 3 e 35 della Legge 56/89).

L'Ordine non ha alcuna competenza in merito, né per quanto stabilito nell'Accordo, né nella sua gestione (compilazione della graduatoria, valutazione dei titoli, ecc.).

Per i chiarimenti che l'Ordine non è in grado di fornire è necessario rivolgersi ai rispettivi Comitati Zonali:

INDIRIZZI DEI COMITATI ZONALI DELLE PROVINCE DEL LAZIO:

- Comitato Zonale Spec. Amb. di ROMA e PROVINCIA
c/o ASL RM/C
Via Monza 2 - 00182 Roma
Tel 06-51006520
Fax 06-7092408

- Comitato Zonale Spec. Amb. Prov. FROSINONE
C/O ASL Frosinone
VIA A. FABI s.n.c. - 03100 FROSINONE
Tel. 0775-8821

- Comitato Zonale Spec. Amb. Prov. LATINA
C/O ASL LATINA
Centro Direzionale Commerciale "Latina Fiori" - Palazzina G2 - Viale Pier Luigi Nervi s.n.c. - 04100 Latina

- Comitato Zonale Spec. Amb. Prov. Rieti
Via del Terminillo 42
02100 Rieti

- Comitato Zonale Spec. Amb. Prov. VITERBO
Via Enrico Fermi 15
01100 Viterbo
Tel. 0761237887

IMPORTANTE
Il D.P.R. 28 dicembre 2000, N. 445 "TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA" all'art. 43 Accertamenti d'Ufficio - comma 1, prevede che: Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi non possono chiedere atti o certificati concernenti stati, qualità personali e fatti.........In luogo di tali atti o certificati i soggetti indicati nel presente comma sono tenuti ad acquisire d'ufficio le relative informazioni, previa indicazione da parte dell'interessato, dell'amministrazione competente e degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni dei dati richiesti, ovvero ad accertare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall'interessato.

IMPORTANTE
Art. 76 norme penali - DPR 445 del 28 dicembre 2000:
1. Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsiti dal presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.
2. L'esibizione di un atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso.
3. Le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli articoli 46 e 47 e le dichiarazioni rese per conto delle persone indicate nell'articolo 4, comma 2, sono commessi per ottenere la nomina ad un pubblico ufficio o l'autorizzazione all'esercizio di una professione o arte, il giudice, nei casi più gravi, può applicare l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione e arte (78).

AVVISO
Si rammenta che il DPR 445 del 28 dicembre 2000, all'art. 71, comma 1, prevede che: "Le amministrazioni procedenti sono tenute ad effettuare idonei controlli, anche a campione, ed in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive...".
Per accelerare la procedure di controllo sulla veridicità di quanto dichiarato, il professionista può trasmettere una copia fotostatica dei certificati di servizio.